Pedro Sánchez tra Machiavelli e rischi calcolati: da prodigio giovanile a statista – Hamelin Prog

Pedro Sánchez tra Machiavelli e rischi calcolati: da prodigio giovanile a statista – Hamelin Prog

Il leader socialista Pedro Sánchez torna al governo in Spagna dopo aver ottenuto la fiducia. Sánchez, descritto come perseverante, bugiardo, furbo e sopravvissuto, è riuscito ad evitare il peggio per se stesso, il suo partito e il fronte che governa a Bruxelles. Nel 2014 è stato eletto segretario generale del Psoe, segnando l’inizio del declino del partito. Nel 2016 ha rifiutato di astenersi al voto di investitura di Mariano Rajoy e si è dimesso, ma è riuscito a riprendersi il partito. Nel 2018, grazie a una mozione di censura, è diventato il primo presidente del governo eletto dopo una mozione di censura. Dopo la sconfitta del suo partito alle elezioni locali di maggio, ha convocato elezioni anticipate. Nonostante la sua sconfitta nel voto del 23 luglio, ha mantenuto la premiership. Sánchez ha scritto un saggio intitolato “Manuale di resistenza” e potrebbe avere ambizioni di un posto di rilievo nell’Unione europea. Tuttavia, il suo governo è fragile e potrebbe non durare a lungo. Sánchez è sposato con Maria Begoña Gómez Fernandez e ha due figlie, Ainhoa e Carlota. Oltre alla politica, è appassionato di basket e ogni mattina corre per mantenere la forma. (344 parole)

READ  Gaza, sette operatori umanitari di World Central Kitchen uccisi. Netanyahu: Colpiti involontariamente, un tragico caso - Medio Oriente - Ansa.it - Agenzia ANSA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *