PP22: La dolce vendetta di Nightwish e Floor Jansen

PP22: La dolce vendetta di Nightwish e Floor Jansen

Bella questa cover di Frozen, il successo del festival della canzone “Euphoria” e un duetto con Henk Poort, ma Floor Jansen non viene qui solo per un grande spettacolo di karaoke da solista. Per niente. Se vuoi Floor Jansen, ricevi il pacchetto. Si esibisce quindi con i Nightwish, la band metal sinfonica finlandese di cui attira l’attenzione da più di un decennio. Con questo gruppo gioca da anni negli stadi più grandi, spesso davanti a decine di migliaia di tifosi affamati. Ma non commettere errori, questo spettacolo Pinkpop sarà piuttosto grande per Floor Jansen.

Nel suo paese d’origine – “un francobollo con 17 milioni di abitanti” – Jansen è passata inosservata per molto tempo. La stessa cantante lo ha notato abbastanza furiosamente nel 2018, quando “la cantante più sconosciuta conosciuta nei Paesi Bassi” ha rilasciato un’intervista al Volkskrant. ‘Quando mi vedrai dentro Il mondo va avanti† E quando ascolterai i Nightwish su 3FM? Mai.’ E anche: “Sono anni che mi lamento per uno spettacolo decente in un festival olandese”.

Il fatto che ora sia al Pinkpop, il più grande festival mainstream nei Paesi Bassi, sembrerà una dolce vendetta. E quando vedi la band suonare in quel modo, ti chiedi immediatamente: perché i Nightwish non erano mai stati su Pinkpop prima? Quei riff metallici esplosivi, i roboanti assoli di tastiera del frontman Tuomas Holopainen, la pompa sinfonica con cui i Nightwish si aggirano sul palco principale: è abbastanza kitsch per i Pinkpop. La combinazione del flauto di Pan con la cornamusa irlandese suona come a biglietto di sola andata a Middelaarde, e sicuramente qui per motivi di Pinkpop, è come se fossi faccia a faccia con Sauron. Tering, come si chiama. Jansen si agita i capelli come una girandola di sudore mentre allunga l’intera larghezza del suo registro, e Pinkpop ruggisce di gioia.

READ  Sun non ha mai amato Onestini? Parla con la madre influencer

IL MOMENTO:
In ‘Shoemaker’, una delle canzoni dell’ultimo album, la band torna improvvisamente a un po’ di MEGA BOMBASTIC semplicemente esplosiva. Jansen allarga le braccia come se potesse decollare in qualsiasi momento, la sua voce sale al registro del flauto. Ben fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *