Puoi cambiare se sei in cura?  E altre sette domande sulla tua assicurazione sanitaria |  Assicurazione sanitaria 2023

Puoi cambiare se sei in cura? E altre sette domande sulla tua assicurazione sanitaria | Assicurazione sanitaria 2023

Puoi cambiare se sei in cura?  E altre sette domande sulla tua assicurazione sanitaria |  Assicurazione sanitaria 2023

Puoi passare a un’altra cassa malati per altri due giorni. Nella sezione Miti sull’assicurazione sanitaria, il giornalista sanitario Tijn Elferink scrive settimanalmente sull’assicurazione sanitaria. Oggi: otto domande frequenti su assicurazione sanitaria e cambiamento.

Fino al 31 dicembre è possibile cambiare assicurazione sanitaria e disdire l’assicurazione attuale. Ma puoi cambiare se sei in cura e i bambini sono ancora coassicurati? In questo articolo, rispondiamo a otto domande.

1. Posso trasferirmi se sono in cura?
È possibile passare durante il trattamento in corso in ospedale o nel reparto di salute mentale. In questo caso valgono le condizioni dell’assicuratore presso il quale eravate assicurati all’inizio del trattamento. Regole diverse si applicano all’elaborazione nell’ambito dell’assicurazione complementare. “Questi sono ancora coperti dalla tua nuova assicurazione sanitaria dal 1 gennaio”, afferma Bas Knopperts, esperto di cure presso il sito di confronto Independer. “Sono rimborsati dalla nuova mutua”. Tuttavia, è necessario acquistare un pacchetto aggiuntivo che includa l’elaborazione.

2. Cosa succede se non posso pagare il mio premio?
L’assicuratore invia prima diversi solleciti di pagamento. Chi non ha pagato gli arretrati dopo sei mesi è segnalato al CAK come inadempiente. Questo fornitore di servizi lavora per conto del governo. Il premio sanitario che devi poi pagare al CAK è superiore al premio sanitario ordinario.

Nel 2023, questo è fissato a 165,70 euro al mese. Rimarrai assicurato. Se avete stipulato un contratto di pagamento con la vostra cassa malati o avete saldato gli arretrati, potete pagare nuovamente il vostro premio.

3. Perché devo pagare per cure di cui non ho bisogno?
Il governo determina le cure che gli assicuratori sanitari rimborsano tramite l’assicurazione di base. Gli assicuratori malattia sono liberi di stipulare la loro assicurazione complementare. “Diciamo che sei in terapia fisica a causa di una malattia cronica”, afferma Marcel Canoy, professore di economia sanitaria alla VU. “Allora un tale pacchetto include anche il rimborso per la medicina alternativa, per esempio.”

READ  RIVM nell'armadio: i tappi per la bocca non servono più quando sono occupati | Politica

Quindi paghi anche un premio per le cose che non ti servono. Gli assicuratori non possono emettere una polizza separata per ciascun tipo di assistenza. Diventa così complesso che i costi amministrativi diventano troppo alti. “Ecco perché raggruppano le cure nei pacchetti”.

Leggi anche: Politica di rimborso, politica in natura o obbligo di accettazione? Tutti i termini dell’assicurazione malattia a colpo d’occhio

4. Devo cambiare se la mia cassa malati non ha ancora stipulato un contratto con il mio ospedale?
Le negoziazioni contrattuali tra fornitori di assistenza sanitaria e assicurazioni sanitarie sono talvolta difficili. Secondo Blanca de Louw, avvocato sanitario presso Dirkzwager Advocaten, gli assicuratori sanitari sono tenuti a fornire chiarimenti durante il cambio di stagione. Ma i contratti vengono conclusi sempre più solo nel nuovo anno. “Se non funziona, tu, come assicurato, finisci con le pere cotte e non puoi cambiare.”

Se non esiste un contratto tra l’operatore sanitario e l’assicuratore, potresti dover pagare tu stesso alcuni dei costi, a seconda della tua polizza assicurativa.

5. Puoi trasferirti se hai una malattia cronica?
Sebbene molte persone pensino che non sia possibile, è possibile. Gli assicuratori malattia hanno un obbligo di accettazione per l’assicurazione di base. Il rifiuto è autorizzato per le assicurazioni complementari. In pratica, ciò accade principalmente con polizze assicurative dentali più estese. Solo l’ONVZ (e quindi anche il VvAA) pone anche domande mediche sulla fisioterapia, spiega Bas Knopperts di Independer.

Affronterai eventuali problemi medici durante il cambio? Non disdire la vostra attuale assicurazione sanitaria fino a quando non siete stati accettati per l’assicurazione complementare con quella nuova.

6. I bambini sono sempre coassicurati gratuitamente?
Nell’assicurazione di base, i bambini fino a 18 anni sono coassicurati gratuitamente con i genitori. Gli assicuratori possono addebitare premi per l’assicurazione complementare per i bambini. Alcuni assicuratori lo fanno, afferma Babs van der Staak dell’Associazione dei consumatori. Ad esempio, Menzis, ONVZ, VvAA e Zekur addebitano tra 2,50 e 30,75 euro al mese per alcune assicurazioni complementari.

READ  La verità del virus tagliato quasi ovunque dal traffico finanziario: anche Wise e SumUp tagliano i ponti | Economia

Dall’età di 18 anni, puoi stipulare la tua assicurazione. In caso contrario, rimarrai automaticamente assicurato tramite i tuoi genitori.

7. Cosa guadagnano davvero i capi delle mutue?
La retribuzione standard per gli amministratori varia, a seconda del numero di assicurati, tra 231.000 euro e 314.000 euro. Tuttavia, secondo la loro stessa relazione annuale, i direttori a volte guadagnano di più. “Ciò è dovuto ai contributi pensionistici”, afferma Dick de Waard, professore di revisione contabile presso l’Università di Groningen.

“Ed è permesso.” A volte i membri del consiglio guadagnano più dell’uomo o della donna al vertice. A volte un gestore di cluster guadagna più del capo, che guadagna anche più della norma legale. E anche questo è permesso, dice De Waard. “Finché questi impiegati non sono amministratori.”

Leggi anche: Questo è ciò che accade con i profitti di una compagnia di assicurazione sanitaria.

8. Tutti gli assicurati pagano lo stesso per l’assicurazione?
I premi per l’assicurazione di base differiscono da assicuratore a assicuratore, ma tutti all’interno di un assicuratore pagano lo stesso premio per l’assicurazione di base. Per le assicurazioni complementari, gli assicuratori possono addebitare a un assicurato più dell’altro, avverte Van der Staak dell’Associazione dei consumatori.

“CZ e Zilveren Kruis, tra gli altri, fanno pagare premi più alti per gli anziani dai principali assicuratori. Le differenze tra giovani e meno giovani ammontano a più di 15 euro al mese”, spiega Van der Staak. Presumibilmente perché le persone anziane sostengono maggiori costi, afferma lo specialista di assicurazioni sanitarie Wynand van de Ven.

Vuoi rimanere informato con utili consigli sulla gestione del denaro e lasciarti ispirare da come gli altri gestiscono le proprie finanze? Quindi seguici Facebook e Cinguettio!

READ  Wall Street, Apple capitalizza più di Londra e MJ spinge DraftKings. L'Europa si sta chiudendo brillantemente


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *