Qualificazioni Mondiali 2022: Svizzera-Italia 0-0, Jorginho tradisce gli Azzurri | Nuovo

L’italo-brasiliano si fa parare un rigore da Sommer, decisivo nel primo tempo anche su Berardi. Record mondiale imbattuto (36 gare) agrodolce

A Basilea, L’Italia non va 0-0 con la Svizzera nelle qualificazioni ai Mondiali 2022 e dovrà ancora sudare il biglietto per il Qatar. Il portiere svizzero è stato il protagonista della serata estate a chi a 19′ dice no Berardi buttato in rete da Locatelli e al 53′ per un rigore in Jorginho. Gli Azzurri stabiliscono il nuovo record mondiale di imbattibilità (36 gare), ma ci sono 4 punti di vantaggio sullo svizzero con altre due gare.

IL GIOCO
Da Basilea arriva il secondo pareggio consecutivo per l’Italia, risultato che complica il cammino verso il Qatar 2022: a questo punto, salvo sorprese, sarà decisiva la sfida contro il primo posto del girone C che vale il passaggio al Mondiale. Gli svizzeri del 12 novembre, dove Chiellini e compagni dovranno vincere se vogliono evitare gli spareggi. Contro i bulgari gli azzurri creano tanto ma sbagliano troppo, confermando poco cinismo sotto porta. Per vincere non c’è alternativa al gol e stasera, un po’ per la vaghezza e un po’ per la bella serata di Sommer, gli azzurri si sono prosciugati. I meriti del portiere del Borussia Moenchengladbach sono innegabili, così come gli errori clamorosi di Berardi e Jorginho: il primo da solo davanti al portiere lo ha praticamente preso a calci, il secondo ha ricevuto un rigore a inizio ripresa che probabilmente avrebbe messo in moto la partita. tracce completamente diverse. Mancini ha provato anche il falso nove con Zaniolo al posto di Immobile spento, ma la mossa non ha portato i risultati sperati. Tra due mesi ci vorrà un’Italia più cattiva e cinica per dare la caccia ai fantasmi di Russia 2018.

READ  Odette Giuffrida in semifinale! Manuel Lombardo in quarti! - OA Sport

Mancini ha apportato quattro cambi dalla gara contro la Bulgaria: Florenzi, Acerbi, Verratti e Chiesa (il migliore contro i bulgari) fuori e Di Lorenzo, Chiellini, Locatelli e Berardi da 1′. L’occasione più nitida per gli azzurri arriva dalle ultime due dopo un tiro molto alto di Immobile: il filtraggio del centrocampista della Juve manda in porta Berardi, ma l’ex compagno di squadra del Sassuolo divora il vantaggio nel respingere la conclusione a tu per tu con Sommer (19′). ). L’Italia tiene palla in partita e gli elvetici subiscono gli inserimenti della nostra squadra, con Sommer che anticipa Immobile in uscita (26′). Al 35′ Insigne va vicino al gol con un tiro di destro che finisce molto vicino al lato, poi nell’ultimo tempo i padroni di casa si fanno coraggio approfittando di un momento di nebbia degli Azzurri che fanno di poco troppo errore nella costruzione e nella palla esce a terra. Akanji con una testa fuori dai baffi fa paura a Donnarumma, mentre la prima frazione si chiude con una punizione di Insignia messa in angolo dal numero 1 svizzero.

Il secondo tempo si apre senza cambi e con un rigore per gli Azzurri, grazie a Rodriguez. Il difensore del Torino sbaglia una segnalazione, Immobile intercetta e lancia Berardi che è stato falciato dall’ex milanese. Del Cerro Grande (la sua direzione è stata negativa, soprattutto nel capitolo delle carte) non lo ha visto, ma è stato richiamato dall’assistente. Dal disco, invece. Jorginho prende a calci il centro e lo specialista Sommer, dopo aver ipnotizzato Sergio Ramos e Mbappé, aggiunge un altro ottimo scalpo alla sua collezione. Anche la ripresa sembra seguire le linee della prima frazione, i campioni d’Europa scesi in finale non prima dell’ennesima grande parata di Sommer sur Insigne (72′). Il portiere svizzero è stato attento anche al corner diretto di Zaniolo in porta (82′), poi Donnarumma ha evitato la clamorosa beffa respingendo un diagonale di Zakaria in angolo sul suo palo. Un settembre nero per l’Italia che avrebbe meritato sei punti ma ne riporta solo due.

READ  Calciomercato Inter, Correa vicinissimo | Annuncio dello sponsor

BOLLETTINI
Estate 8
– Se la Svizzera esce con un punto molto prezioso, è grazie al portiere del Borussia Moenchengladbach. Il suo spettacolo inizia con la parata su Berardi, il capolavoro è il rigore parato da Jorginho prima delle parate decisive su Insigne e Zaniolo.
Zaccaria 6.5 – Yakin gli concede l’ultima mezz’ora compreso il recupero e il compagno di squadra di Sommer cambia volto alla squadra. Unico suo tiro nello specchio dei padroni di casa, respinto in angolo da Donnarumma.
Rodriguez 4.5 – Brutta serata per il difensore del Torino, che sbaglia un verbale poi allunga Berardi per recuperare e concede un rigore all’Italia. Servizio e cena insufficienti da pagare in estate.

Locatelli 6.5 – Mancini lo manda in campo per Verratti acciaccato e il neo bianconero mostra le due cose più belle della partita, gli assist per Berardi e Insigne: il primo divora il vantaggio, il secondo costringe Sommer a un super intervento
Berardi 5 – Si è divorato sulla coscienza il gol clamoroso dopo soli 19′. Si riscatta in parte ottenendo il rigore poi sbagliato da Jorginho, ma l’errore del primo tempo pesa come un sasso.
Jorginho 4.5 – Secondo rigore consecutivo sbagliato dall’italo-brasiliano. Se a Wembley Donnarumma ci ha messo una toppa, stasera il suo errore costa due punti molto costosi e complica il percorso azzurro al Mondiale.

LA TAVOLA
SVIZZERA-ITALIA 0-0
Svizzera (4-3-2-1)
: estate 8; Widmer 6, Elvedi 6, Akanji 5,5, Rodriguez 4,5 (18° Garcia 6); Aebischer 5,5, Frei 5,5, Scrofa 6 (18’st Zakaria 6,5); Steffen 5 (26′ st Fassnacht 5), Zuber 5 (18′ st Vargas 6); Seferovic 5 (40′ st Zeqiri sv). A disposizione: Mvogo, Kobel, Lauper, Ndoye, Lotomba, Schar, Zesiger. Tutti.: ovviamente 5.5
Italia (4-3-3): Donnarumma 6; Di Lorenzo 6, Bonucci 5,5, Chiellini 6,5, Emerson Palmieri 5,5; Barella 6 (45′ st Pessina sv), Jorginho 4,5, Locatelli 6,5 (32′ st Verratti sv); Berardi 5 (14′ st Chiesa 5,5), Immobile 5 (14′ st Zaniolo 5,5), Distintivo 6 (45′ st Raspadori sv). A disposizione: Sirigu, Gollini, Calabria, Pellegrini, Toloi, Cristante, Bastoni. Tutti.: Mancini 6
Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna)
marcatori: –
ammoniti: Scrofa (S), Chiellini (I), Aebischer (S), Elvedi (S), Frei S)
Escluso: –
Da notare: All’8′ st Sommer (S) para un rigore a Jorginho (MI)

READ  Addio Messi-Barcellona: un grande giocatore europeo è pronto a offrire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *