Quanto valgono le vecchie mille lire? Ecco le migliaia di euro

Trovi le vecchie mille lire nei cassetti? Controlla se ne hai di rari in quanto potrebbero valere fino a mille dollari. Il valore dipende dall’anno in cui sono state coniate ma anche dallo stato in cui è stata conservata la banconota. Per scoprire se hai il file mille lire che potrebbero portarti qualche migliaio di euro devi fare attenzione all’anno di emissione ma anche al numero di serie e alla firma.

Se avete mille lire con l’immagine di Maria Montessori che sono state coniate nel 1995 e avete la firma di Fazio e Speziale, controllate subito i numeri di serie. Infatti, se inizia con XC A, il valore di questi biglietti è di circa 200 euro. Se il numero di serie inizia con X, il prezzo viene dimezzato.

Attenzione, però, se avete le 1000 lire d’argento coniate nel 1970. Queste monete, infatti, sono state prodotte in un’edizione limitata di 2500 monete. Anche le monete di prova furono coniate insieme. La moneta da mille lire d’argento coniata quell’anno se reca prova scritta è quella di valore maggiore. infatti il ​​suo prezzo può variare tra i 500 ei 700 euro. Inoltre, se la moneta è in perfette condizioni, il suo valore può arrivare fino a mille euro.

Quanto valgono le vecchie mille lire?

La prima banconota da 1000 lire emessa dalla Banca d’Italia risale al dicembre 1897 e fu intitolata al grande Sig. Successivamente venne prodotta una seconda versione, dedicata alla regina del mare, e negli anni ’70 iniziarono a circolare anche monete da 1000 lire. Di solito si tratta di monete commemorative coniate in occasione del 100 ° anniversario della proclamazione di Roma capitale. Queste monete hanno un valore di circa venti euro. Diverso è per le mille lire in argento che, come abbiamo spiegato sopra, valgono molto di più.

READ  Bce spinge Piazza Affari solo per mezz'ora e quando arriva Wall Street la musica cambia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *