Raid aereo intensivo su Kramatorsk: “Abbiamo appena iniziato” |  ADESSO

Raid aereo intensivo su Kramatorsk: “Abbiamo appena iniziato” | ADESSO

NU.nl fornisce regolarmente una panoramica della situazione in Ucraina. Questa volta: la Russia ha lanciato una serie di attacchi aerei sulla città orientale di Kramatorsk e anche Kharkiv è stata nuovamente presa di mira. Inoltre, il presidente russo Vladimir Putin ha usato un linguaggio forte in un discorso al parlamento. “Abbiamo appena iniziato in Ucraina”.

Putin ha tenuto un discorso ai leader del parlamento russo circa quattro mesi dopo che la Russia aveva invaso l’Ucraina. Lo stesso giorno sono stati effettuati diversi raid aerei sulle principali città dell’Ucraina.

Tra le città colpite c’è Kramatorsk, una città nella regione orientale di Donetsk che ospita circa 150.000 persone. Le autorità ucraine riferiscono sul Daily War Bulletin che la Russia ha lanciato un pesante attacco aereo su Kramatorsk.

Il governatore Pavlo Kyrylenko di Donetsk riferisce che una persona è stata uccisa e ferita. Le cifre esatte delle vittime sono difficili da ottenere. “Un missile russo ha colpito il centro di Kramatorsk. Almeno una persona è morta e sei sono rimaste gravemente ferite. Temiamo molte altre vittime”, ha detto Kyrylenko, che riferisce anche che il centro è stato spazzato via e almeno sei grandi gli edifici non sono più in piedi.

“La Russia continua a uccidere inutilmente persone indifese e disarmate. Ciò continuerà fino a quando i russi non saranno mai fermati. La Russia continua a molestare obiettivi civili”. Vittime civili sono state segnalate anche nella vicina città di Sloviansk a seguito di attacchi aerei russi, riferisce il sindaco.

I civili a Sloviansk aspettano l’autobus per evacuare.


I civili a Sloviansk aspettano l'autobus per evacuare.

I civili a Sloviansk aspettano l’autobus per evacuare.

Foto: AFP

Sotto tiro l’università e la scuola per non vedenti di Kharkiv

La Russia nega di aver sparato ai civili e afferma di non aver nulla a che fare con gli attacchi alla grande città di Kharkiv di giovedì. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha riferito che l’Università pedagogica è stata distrutta da un attacco missilistico. L’edificio principale, le aule, il museo universitario e la biblioteca scientifica sono stati colpiti, ha detto Zelensky nel suo video discorso.

READ  Panico in spiaggia da un cinghiale, nuotatore morso | All'estero

“Caratterizza l’invasione russa con una precisione del 100%. Per quanto riguarda la definizione di barbarie, questo attacco si adatta perfettamente al conto”, ha detto Zelensky.

Nella stessa Kharkiv, una scuola per non vedenti e ipovedenti è stata attaccata per la terza volta da attacchi aerei. Della scuola è rimasto poco, secondo le immagini. Al momento in cui scriviamo, le autorità ucraine riferiscono di tre morti e cinque feriti a Kharkiv.

Un ragazzo nella distrutta scuola per ciechi a Kharkiv.


Un ragazzo nella distrutta scuola per ciechi a Kharkiv.

Un ragazzo nella distrutta scuola per ciechi a Kharkiv.

Foto: AFP

Putin: “Vai avanti”

Torniamo a Putin, che ha riempito di parolacce il suo discorso al parlamento russo. Nella sua propaganda di guerra, ha sfidato l’Occidente a sconfiggerlo sul campo di battaglia. “Cerca di picchiarci, andiamo”, gridò. “Abbiamo spesso sentito dire che l’Occidente vuole combatterci fino all’ultimo ucraino. È una tragedia per il popolo ucraino, ma sembra andare in quella direzione”.

Il discorso di Putin è stato trasmesso dalla televisione di stato russa. “Abbiamo appena iniziato in Ucraina. Le sanzioni occidentali ci hanno fatto poco male. Pensavano che sarebbe stato molto peggio per noi”.

Eppure il leader russo ha anche indicato che non sarebbe stato indifferente ai colloqui di pace. “Non respingiamo i colloqui di pace. Ma chiunque li respinga ora dovrebbe sapere che più andiamo avanti, più difficile diventa fare la pace con noi”.

campo di battaglia di Kramatorsk.


campo di battaglia di Kramatorsk.

campo di battaglia di Kramatorsk.

Foto: AFP

Zelensky piange la partenza di Johnson, Putin applaude

Allo stesso tempo, Putin è stato anche estremamente felice della partenza del suo collega Boris Johnson da Primo Ministro del Regno Unito.

READ  Il presidente ucraino Zelensky "un obiettivo importante per Putin"

In Russia hanno comunque acclamato i cambiamenti nel parlamento britannico. Il governo russo considera Johnson molto filo-ucraino.

Il vicepresidente del Consiglio di sicurezza nazionale, l’ex presidente Dmitry Medvedev, ha salutato le dimissioni dei “migliori amici dell’Ucraina” con la caduta del governo Johnson. Ha detto che la caduta di Johnson è stata “il risultato della negligenza e della politica di sanificazione della Gran Bretagna, in particolare sul fronte estero”. La Russia spera che d’ora in poi “più professionisti” guideranno il Regno Unito.

Zelensky è invece addolorato per la partenza più o meno forzata di Johnson. Ha invitato Johnson a prestare il suo sostegno, dicendo che tutta la società ucraina è solidale con la causa di Johnson, a causa del suo sostegno all’Ucraina dall’invasione russa del 24 febbraio.

La Lituania invia un drone in crowdfunding in Ucraina

Johnson è stato in prima linea nel sostenere l’Ucraina e le sue forze armate. Giovedì l’Ucraina ha ricevuto supporto anche da altri quartieri. Lo speciale drone da guerra Bayraktar è arrivato nel Paese.

Il drone è stato donato al Paese dalla Lituania. Il drone è costato milioni ed è stato salvato insieme da cittadini lituani. Il produttore turco di droni ha finalmente deciso di produrre il drone gratuitamente. Il denaro donato è andato ad altri aiuti per l’Ucraina.

I russi bombardano Snake Island mentre l’Ucraina alza bandiera

Torna sul campo di battaglia e questa volta nella posizione chiave di Snake Island. I russi erano lì da molto tempo dall’invasione, ma sono stati espulsi, secondo l’Ucraina. La stessa Russia afferma che tutti i lavori sull’isola strategicamente posizionata sono stati eseguiti e se ne sono andati di propria iniziativa.

Ad ogni modo, l’Ucraina ha voluto simbolicamente issare la bandiera lì giovedì, quando l’isola è stata devastata dai bombardamenti. La bandiera stava ancora sventolando dopo che i bombardamenti si fermarono e la bandiera fu issata con grande clamore.

“La Russia sta facendo grandi passi avanti nell’Ucraina orientale”

Prendendo la città orientale di Lysychansk, la Russia ha fatto un grande passo, affermano gli esperti occidentali. Anche al sud sembra che i russi stiano guadagnando terreno e la cooperazione nell’esercito ora è molto migliorata.

READ  Usa 'molto preoccupati' per il trattamento riservato alla Russia, il critico del Cremlino Navalni | All'estero

“Nelle ultime settimane, ci sono stati cambiamenti nell’esercito russo che hanno contribuito a risultati migliori sul campo di battaglia”, hanno affermato gli esperti di guerra. Il guardiano

Il morale sembra essere in alto e si stanno ancora ottenendo notevoli successi, affermano gli esperti. Secondo loro, non passerà molto tempo prima che l’intera regione orientale sia in mano russa, soprattutto con i missili a lungo raggio sempre più utilizzati.

“Se continua come abbiamo visto negli ultimi giorni, potrebbe andare veloce. Tutto dipende dai prossimi giorni. Sappiamo quanto sia resiliente l’esercito ucraino. Quindi rimane incerto se la Russia sarà ancora sotto gran parte del la crisi è quest’anno, prendi il controllo.

Soldati ucraini valutano i danni nella città di Kramatorsk.


Soldati ucraini valutano i danni nella città di Kramatorsk.

Soldati ucraini valutano i danni nella città di Kramatorsk.

Foto: AFP

“L’Ucraina vede finalmente l’impatto delle armi dell’Occidente”

Non sono tutte brutte notizie per l’Ucraina. Giovedì, anche il presidente Zelensky ha avuto alcune cose positive da riferire. Così, le truppe del paese stanno finalmente vedendo l’impatto delle armi occidentali. Il cannone antiaereo dell’Occidente è molto più potente di quello che l’Ucraina usava prima, ha detto Zelensky.

L’Ucraina vince in due aree, afferma il presidente. A causa delle armi occidentali, le truppe stanno avanzando in più direzioni nelle regioni di Kherson e Zaporizhzhia. La parte meridionale del paese è quindi difficile da controllare per la Russia. Durante la notte da mercoledì a giovedì, armi provenienti da ovest hanno distrutto diversi obiettivi logistici russi.

Una donna porta a spasso il cane a Kharkiv. La città è stata recentemente nuovamente presa di mira dalla Russia.


Una donna porta a spasso il cane a Kharkiv.  La città è stata recentemente nuovamente presa di mira dalla Russia.

Una donna porta a spasso il cane a Kharkiv. La città è stata recentemente nuovamente presa di mira dalla Russia.

Foto: AFP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *