Recensione di Grid Legends – Tweakers

Leggende della griglia

Grid Legends è un buon gioco di corse che segna soprattutto con la sua modalità storia Driven to Glory e tanto spettacolo sull’asfalto. Questa storia in sé non è troppo speciale, ma l’approccio sa come affascinare abbastanza da giocarla fino alla fine. La storia consente ai giocatori di guidare tutti i tipi di auto diverse, rendendolo un buon punto di partenza prima di giocare al resto del gioco. Il resto del gioco è un po’ meno “appariscente”, ma il gameplay è abbastanza forte da renderlo divertente per un molto tempo, in parte perché formare la tua squadra e far salire di livello il tuo compagno di squadra fornisce un bel livello in più. Un po’ più di vita nella modalità carriera sarebbe stato bello e il gioco a volte fatica un po’ a mantenere stabile il framerate (Xbox Series X), ma per il resto fa esattamente quello che dovrebbe fare: fornire un’azione di corsa accessibile e spettacolare.

Storie di giochi sportivi e di corse: le abbiamo già viste e le amiamo ancora. Ora potresti pensare “scusa, non ti senti bene?” perché in effetti: le storie raramente sono di altissima qualità o impressionanti. Ma sia che tu guardi The Journey o Braking Point di FIFA, che abbiamo visto all’annuale partita di F1 dell’anno scorso, è sempre divertente. È un bel vantaggio. In un gioco di sport o di corse, ovviamente, è tutto incentrato sul gameplay, ma la presenza di una storia può fornire un’ambientazione piacevole per vivere quel gameplay in un modo leggermente diverso. Anche se l’esecuzione non è l’ideale, è divertente interpretare la storia, soprattutto se il creatore si è preso la briga di assumere tutti i tipi di attori per interpretare i filmati.

READ  Rumor: AMD rilascerà 10 nuovi processori Zen 2 e Zen 3 ad aprile - Computer - Notizie

Grid Legends ovviamente non è solo un gioco di corse. Il gioco fa parte di una lunga serie di Codemasters, con le radici della serie ancora nella vecchia serie Toca Race Driver che lo studio di sviluppo inglese ha creato molto tempo fa. Sebbene questi giochi abbiano cercato di offrire una rappresentazione fedele del motorsport in molte aree, la serie Grid è stata in qualche modo “arcadizzata” nel corso degli anni. Sì, abbiamo appena inventato quella parola noi stessi. Cosa intendiamo con questo? Grid non è stato l’epitome del realismo per anni, se mai. Piuttosto, la serie prende tutti i tipi di classi di sport motoristici come punto di partenza, lancia una salsa spettacolare con tutti i tipi di campane e fischietti e voilà: hai il gameplay come lo troviamo caratteristico di Grid. Certo, il baricentro si è spostato di tanto in tanto tra titoli come Grid: Autosport e Grid, ma l’idea generale alla base è rimasta la stessa.

Grid Legends non fa eccezione. Il gioco presenta ai giocatori un’ampia varietà di auto da tutti gli aspetti del motorsport, ad eccezione dei mostri da corsa che fanno le loro cose su strade sterrate. Dopotutto, Codemasters ha Dirt e Dirt Rally disponibili per i rally. Grid Legends lascia quindi spazio alle vetture attive sui circuiti, anche se si possono interpretare queste nel senso più ampio. Non solo gareggi su circuiti famosi come Brands Hatch o il Red Bull Ring, ma anche nei centri cittadini di Mosca, Londra e Parigi, tra gli altri.

Questo dà immediatamente un vantaggio a Grid Legends, poiché questi centri cittadini sono diventati rapidamente i nostri luoghi di riferimento. È notevole, perché di solito è il contrario e troviamo molto più divertente guidare sulle piste reali. Probabilmente lo dobbiamo all’hardware di – in questo caso – Xbox Series X, poiché guidare nelle grandi città è un piacere per gli alti. Che tu stia sfrecciando oltre i maestosi edifici russi o passando davanti a una serie di caffè parigini, è tutto bellissimo. Anche i circuiti sono in buone condizioni, ma ovviamente hanno meno fasto e circostanze da mostrare.

READ  Milan-Roma 3-3 - La partita sui social: "Giacomelli non è andato al VAR perché il decreto chiude alle 18"

Problemi di frame rate e audio

Questo cambia quando i cieli si aprono nel gioco e ti trovi di fronte a gareggiare sotto la pioggia. Nel complesso, i giochi di corse hanno mostrato effetti di pioggia sempre migliori negli ultimi anni e Grid Legends è una buona parte di questo sviluppo. Quando si corre sotto la pioggia, le auto da corsa si assicurano che l’acqua schizzi in modo pulito, il che a volte può rendere difficile la visione di qualsiasi cosa a causa degli “spruzzi” che le auto lanciano davanti a te. Durante le gare sotto la pioggia, specie se si svolgono in uno dei centri cittadini citati, si nota che il gioco a volte fa fatica. Abbiamo visto un po’ di rallentamento del framerate in quei momenti. Niente di rivoluzionario, ma abbastanza per essere leggermente noioso. C’è molto da fare sullo schermo in quei momenti, quindi Codemasters può essere perdonato.

Meno bello è che i voti spesso scompaiono. Abbiamo giocato con i sottotitoli, quindi lo abbiamo visto sullo schermo quando un ingegnere o un presentatore diceva qualcosa durante una gara, ma spesso non sentivamo affatto quel testo. È un po’ dannoso per l’atmosfera intorno alle gare. Notiamo anche che ciò che si dice in questi momenti si ripete rapidamente. In tre gare si sente già ripetere lo stesso commento e ovviamente non è molto rumoroso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.