Registrazione trapelata che incrimina Trump su documenti riservati

Registrazione trapelata che incrimina Trump su documenti riservati

Una registrazione incriminante in cui l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump parla di documenti riservati è lunedì reso pubblico dalla CNN. La registrazione sarebbe stata effettuata nel 2021, quando Trump non era più presidente. Dice, tra l’altro, di avere documenti segreti che non sono stati resi pubblici ufficialmente.

La registrazione dura circa due minuti ed è stata fatta durante una conversazione che Trump ha avuto con persone che hanno scritto la biografia del suo ex capo dello staff Mark Meadows. Erano presenti uno scrittore, un editore e due membri dello staff di Trump.

Nella clip audio, Trump sembra parlare di un documento segreto del Pentagono che delinea un piano per attaccare l’Iran. “Come presidente, avrei potuto declassificarlo. Ora non posso, ma è ancora un segreto”, ha detto l’ex presidente.

Leggi anche: Trump aveva segreti di stato parcheggiati accanto al gabinetto

Prova

Trump è attualmente coinvolto in una causa per la sua gestione di documenti riservati. Le accuse sostengono che possedesse segreti di stato e li condividesse con altri, sapendo che erano riservati. La ricerca è attualmente nella sua fase finale. Una volta completato, il procuratore Jack Smith consiglierà se Trump debba essere perseguito o meno.

Secondo Smith, durante la conversazione registrata, Trump ha mostrato documenti sul programma di armi nucleari dell’Iran, tra le altre cose. Queste informazioni sono così classificate che solo un piccolo gruppo di persone all’interno del governo degli Stati Uniti ne è a conoscenza.

Trump nega le accuse. Durante la sua prima comparizione in tribunale il 13 giugno, i suoi avvocati hanno affermato che l’ex presidente non era colpevole sotto tutti i punti di vista. In serata, Trump ha detto in un discorso di aver fatto tutto bene, “eppure mi hanno fatto causa”. Dice che le accuse sono un tentativo di sabotare la sua prossima campagna elettorale.

READ  panico in Corea del Nord, in pubblico così piccolo - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *