Ricevute della lotteria, attenzione alla PEC

Il Lotteria delle ricevute è in corso il calendario della prima estrazione, prevista per l’11 marzo. Ma cosa succede se viene estratto uno dei tuoi biglietti virtuali? Il rischio, infatti, è che non prestando attenzione a un dettaglio specifico si rischia un grosso problema.

Attenzione per PEC

Quando accedi all’area riservata del portale della lotteria, puoi inserire alcuni dati, compreso il tuo PEC. Inserendo questi dati, il sistema utilizzerà questo strumento per inviare l’eventuale avviso di vittoria. Chi invece non entra nel CEP riceverà una raccomandata. Inserisci il PEC ti permette quindi di avere una notifica immediata della vittoria, lasciandoti tutto il tempo necessario per incassare la vincita in tempo.

Tuttavia, vale la pena evidenziare un dettaglio importante, che potrebbe trarre in inganno molti partecipanti: la PEC deve essere quella dell’intestatario del biglietto estrattoaltrimenti la comunicazione non può iniziare.

Posso inserire una e-mail certificata non mia nell'area riservata del portale della lotteria?

Spiega la pagina Facebook del Lotteria delle ricevute:

L’unica posta elettronica certificata che può essere inserita deve corrispondere al codice fiscale e al codice della lotteria di chi effettua l’acquisto. Di conseguenza, una posta elettronica certificata riconducibile a persona diversa non può essere validamente utilizzata per la notifica di un possibile guadagno.

Non ci sono quindi dubbi: la PEC inserita non è una semplice referenza che funge da casella di posta, ma è un riferimento ufficiale e come tale deve corrispondere all’identità utilizzata per la registrazione del codice lotteria. Ciascuno dovrà quindi utilizzare esclusivamente la propria posta elettronica certificata, oppure rinunciarvi e attendere la raccomandata con le dita incrociate.

READ  tasse annullate in queste regioni e automobilisti felici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *