Rob de Nijs (79): ‘È davvero l’ultima cosa che faccio…’ | Stelle

Martedì il cantante e sua moglie Henriëtte hanno già visitato l’enorme sala, mercoledì c’è solo un sound check e nelle ore precedenti si sta riposando. Rob non è solo. Può contare sul gruppo Pur Sang capitanato da Frank Jansen, che lo accompagna da decenni e con il quale ha provato nelle ultime settimane, e dai suoi colleghi Waylon, Paskal Jakobsen, Sanne Wallis de Vries, Claudia de Breij, Danny Vera e Trijntje Oosterhuis. che interpretano i grandi momenti del suo repertorio.

Nella stanza, oltre agli amici di professione, ci sono i suoi tre figli e l’ex moglie Belinda Meuldijk. “Sono pronto, non vedo l’ora di essere lì”, ha detto Rob In privato† “Sarà una grande serata che non vedevo l’ora. Sì, ho dormito bene e mi sono preparato bene in un centro sanitario con il mio team medico nelle ultime settimane. Dovrebbe funzionare, ma è divertente non ne ho idea, sì, dopo tutti questi anni, è davvero l’ultima cosa che faccio”.

Rinviato

Il concerto d’addio È stato bello doveva essere rimandato. A dicembre, i biglietti sono andati esauriti in poche ore per una data di aprile. Poco prima di questo momento, il cantante aveva ancora la corona e la serata non poteva continuare. Programmare una nuova data si è rivelato difficile nel fitto programma di Ziggo, ma mercoledì sera è il giorno. Ci sono buone notizie per coloro che non sono riusciti a ottenere i biglietti: Omroep MAX sta registrando il concerto di addio per la trasmissione da qualche parte intorno all’ottantesimo compleanno di Rob a dicembre.

READ  in mezzo alla diretta, la scoperta - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.