Roest perde occasione da record nazionale nei 5.000 metri, maldestra squalifica Bloemen

Roest perde occasione da record nazionale nei 5.000 metri, maldestra squalifica Bloemen

Roest perde occasione da record nazionale nei 5.000 metri, maldestra squalifica Bloemen

Pattinaggio dell’NSAModificato

Roest rimane imbattuto nei 5.000 metri ma non raggiunge il record nazionale

Sabato sera Patrick Roest ha attaccato incessantemente il record olandese sui cinque chilometri. Il suo tentativo è stato coraggioso, ma fallito. A 6:05.60, è rimasto più di due secondi sopra il tempo quasi vecchio di Sven Kramer. Il tempo a Calgary ha regalato a Roest la sua terza medaglia d’oro consecutiva in Coppa del Mondo.

Beau Snellink, attivo quest’anno per la prima volta in Coppa del Mondo sui cinque chilometri, ha vinto l’argento con un primato personale. Il bronzo è andato all’italiano Davide Ghiotto.

Roest si è scontrato con la sua più grande minaccia in questa stagione, Sander Eitrem, nel programma dei record olandesi, che Kramer ha istituito nel novembre 2007. Il primo giro completo di Roest di 27,8 è stato promettente, così come i suoi giri di poco meno di 29 secondi.

Roest manca il record nazionale: “Il ghiaccio e le gambe non erano abbastanza buone per quello”

Ma quando Roest ha completato il suo primo giro in poco più di 29 secondi dopo più di quattro minuti di gara, deve aver trascurato il 6.03.32 di Kramer. Roest sogna il record mondiale di Nils van der Poel. Lo stayer svedese, ora in pensione, ha corso in 6.01.56 sulla pista di Salt Lake City Highlands nel dicembre 2021. Dodici round alti e bassi in 28 secondi.

PR per scorciatoia critica

Snellink era naturalmente contento della sua medaglia d’argento, ma nell’intervista dopo la sua gara, il giovane ha espresso principalmente il suo disappunto per la situazione riguardante l’inseguimento a squadre. Snellink era solo sesto venerdì con i piloti inesperti Kars Jansman e Louis Hollaar.

Snellink non ha scavato un buco nel suo cuore e si è chiesto perché alcuni corridori olandesi si sono ritirati dal gioco, mentre altri paesi potevano correre con la formazione più forte il giorno prima della gara di cinque chilometri. Non voleva fare nomi, ma Snellink si riferiva a Marcel Bosker, tra gli altri.

Dai un’occhiata alla risposta di Snellink qui sotto:

Snellink felice con 5k soldi, ma deluso dall’annullamento dell’inseguimento

Dopo il bronzo al via di Coppa del Mondo a Stavanger, poco prima di un podio a Thialf e ora l’argento, il giovane Snellink si è classificato per la terza volta consecutiva al vertice dei cinque chilometri.

Anche la rivelazione norvegese di questa stagione Eitrem è attesa in questo top, ma il suo 6.11.54 è stato buono solo per il quarto posto.

record mondiale giovanile

L’altro prodigio norvegese ha fatto una forte impressione. Il membro più giovane della squadra norvegese, il 18enne Sigurd Henriksen, ha dimostrato che grandi nomi come Roest ed Eitrem devono stare attenti a lui. A Calgary, Henriksen ha battuto il proprio record mondiale juniores. Con 6.13.84, è sceso di quasi quattro secondi sotto il suo precedente record personale.

SCIMMIA

Sigurd Henriksen

Poco prima, Kars Jansman era stato battuto nella sua tappa dal belga Bart Swings, ma aveva stabilito il suo record personale a 6:15.15. Jansman ha iniziato con giri inferiori ai 29 secondi e ha seguito un programma di progressione costante.

Fiori squalificati

Lo schlemiel della serata è stato Ted-Jan Bloemen. L’olandese che gioca per il Canada è recentemente diventato di nuovo padre e ha fatto il suo debutto in Coppa del Mondo in questa stagione sulla pista di casa a Calgary. Con una wild card è stato ammesso alla competizione, ma non ha pattinato un metro. Dopo due false partenze, Bloemen è stato squalificato.

“È un duro colpo”, rispose Bloemen. “È doloroso. Ho fatto un piccolo movimento, ma non credo sia sufficiente per una falsa partenza. Come fai a stare ancora in piedi? Davvero non capisco come sia stata una falsa partenza”.

Bloemen arrabbiato dopo la squalifica dei 5000 metri: “Come fai a stare fermo?”

Bloemen si è classificato nella prima tappa, subito dopo una pausa per le pulizie, e all’inizio ha deliberatamente preso una falsa partenza. “Il programma è impostato in modo tale che non ci sia abbastanza tempo per lasciare asciugare il ghiaccio. Volevo creare le migliori condizioni per me stesso. Quindi allunga il più tempo possibile. Ovviamente non puoi prevedere che lo farà accadrà al secondo avvio.”

“Faremo del nostro meglio per protestare contro questo. Chissà, potrebbero darci un’altra possibilità nel Gruppo B. Questa è l’ultima goccia”.

Domani, il terzo weekend di Coppa del Mondo di questa stagione continua con i 1.000 metri e la mass start sia per gli uomini che per le donne.

Dai un’occhiata al resto del programma delle competizioni della Coppa del Mondo in Canada di seguito:

ILLUMINATO

programma domenicale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *