Roma, scontri tra ristoratori e carabinieri durante la manifestazione in piazza Montecitorio: carabinieri feriti, diversi arrestati

Autostrada bloccata a Caserta, il caos del traffico ha Milano e soprattutto i litigi Piazza Montecitorio una Roma. È stata una giornata di protesta da parte di commercianti e ristoratori, che chiedono al governo di riaprire. Davanti alla Camera la situazione più delicata, con incidenti tra la polizia e diverse centinaia di manifestanti. Tra questi le bandiere blu di Italexit, il movimento dell’ex senatore M5S Gianluigi Paragone un uomo vestito come un membro del movimento Q-Anon che ha attaccato il Congresso degli Stati Uniti a Washington. “Giullari“E”la libertà“Le urla sono partite dalla piazza, dove sono entrati i manifestanti barriere, respinto dalla polizia. La situazione si è aggravata e lo shock è stato colpito in più occasioni, con il lancio di bombe fumogene e altro oggetti agli agenti.

Alcuni ufficiali sono rimasti feriti, anche Casapound in piazza – Tra questi ce ne sarebbero diversi ferito – di cui uno medicato in loco e trasportato a Ospedale – e alcuni manifestanti lo erano identificato e Fermare. Molti, come mostrano le immagini degli scontri, non indossavano il nascondere. In precedenza, in piazza Montecitorio, al microfono era intervenuto il deputato di Forza Italia, tra gli altri Vittorio Sgarbi. Tra i manifestanti, come rivendicato anche sui social CasaPound: “Pensiamo che sia necessario ribellarsi contro Dpcm che calpestano il diritto al lavoro. Oggi è una protesta sacrosanta – ha detto dal palco Luca Marsella, ex candidato sindaco di Ostia con il movimento di estrema destra – Non vedremo morire la nostra gente un Dpcm alla volta ”. Dopo alcuni rapporti di polizia, la situazione è tornata alla normalità. “Vogliamo solo lavorare, non chiediamo altro”, gridano i manifestanti che non hanno intenzione di lasciare la piazza. “Restano tutti qui, prima o poi qualcuno dovrà riceverci”. Tuttavia, il clima rimane teso con alcuni manifestanti più arrabbiati che hanno cercato di forzare il cordone di polizia.

READ  Marotta: "Voci Juve? Voglio iniziare un ciclo all'Inter. Vicino alla vittoria grazie a Conte" | Nuovo

A Milano venditori ambulanti e traffico trito e trito – Manifestazione degli operatori del commercio di strada contro le restrizioni delle norme anti-Covid in Piazza Duca d’Aosta, a Milano. Più di cento persone si sono radunate nella piazza antistante il Stazione Centrale e vicino al palazzo che ospita il consiglio regionale di Lombardia chiedere di poter tornare a lavorare. “Vogliamo lavorare”, si legge in molti dei cartelli esposti dai manifestanti, così come “Vogliamo la libertà”, “Basta con le chiusure ingiustificate ai venditori ambulanti. il ambulanza protestano anche contro la piccolezza del rinfreschi. I venditori ambulanti che sono scesi in piazza per protestare bloccano il traffico davanti alla stazione centrale. Numerosi mezzi pubblici si fermano all’ingresso del via Vitruvio. L’evento si è trasformato in un presidio in cui i rappresentanti della categoria spiegano le loro ragioni. Il corteo di venditori ambulanti si dirigerà verso la prefettura – spiegano i loro rappresentanti – dopo essere stato fermato dalla polizia a poche centinaia di metri dal Stazione Centrale da dove è iniziato. I tanti furgoni che avevano partecipato al corteo lasciano il corteo ei manifestanti proseguiranno solo a piedi. Il manifestazione si svolge senza particolari tensioni. pesantedall’altro le ripercussioni sul traffico su tutto il territorio.

A Caserta i mercati bloccano l’A1 – Chiodo manifestazione operatori di aree di mercato aderenti alla sigla Ana-Ugl è in corso in autostrada A1 Roma-Napoli, nel casertano. Una vasta sezione è stata chiusa al traffico dal Polizia che invita gli automobilisti a uscire a Caserta Sud per chi va a Napoli, mentre per chi è diretto a Roma l’uscita obbligatoria è sull’asse mediano Acerra-Afragola. Lo svantaggio per gli automobilisti è notevole, con code per chilometro e rallentamenti su tutta la rete. Gli operatori hanno occupato il sito autostradale con furgoni. “La nostra intenzione – ha detto Peppe Magliocca presidente dell’Ana-Ugl di Caserta – arriva a Roma per protestare contro una situazione assurda, con tanti operatori sul marciapiede, che si sentono abbandonati ”. Della manifestazione – secondo quanto riferito dal Sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Mirra – Anche il governatore della Campania ne ha pagato il prezzo Vincenzo De Luca aspettava a Santa Maria Capua Vetere una conferenza stampa sui lavori della conduttura dell’acqua del carcere e anche lui era bloccato in autostrada. A poche decine di metri dall’uscita Caserta Sud, poche centinaia di mercati danno luogo a contestazioni sull’autostrada A1, centinaia di auto bloccate per una linea che si gonfia sempre di più su entrambi i lati. indicazioni con il circolazione completamente paralizzato. Gli agenti di polizia in tenuta antisommossa sono arrivati ​​sulla scena. Alcuni striscioni furono esposti a terra. “Se non vinco, come posso pagarti” “Commercio nelle aree pubbliche Commercio sicuro” e “Dpcm non funziona, cambialo ”Ecco il contenuto di alcuni dei banner visualizzati.

READ  negativo, ma organi interni distrutti - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *