Se n’è andata prima, sono arrabbiato

L’orgoglio di poter condurre uno spettacolo in prima serata su una delle reti nazionali più importanti e l’impossibilità di condividerlo con chi ha creduto in questo sogno. Questo è ciò che trasferisce Amedeo Grieco durante la prima puntata di buona serata, lo spettacolo di Pio e Amedeo debutterà su Canale5 venerdì 16 aprile. Poco meno di un anno fa è venuta a mancare Rosa, la madre di Amedeo. Aveva solo 56 anni. Il comico ha voluto ricordarla pochi istanti dopo aver condiviso la scena con il padre e dopo l’intervento di Maria De Filippi che, trasformando lo studio in una filiale di C’e posta per te, aveva raccontato la storia di Pio e Amedeo.

Amedeo Grieco ricorda la madre scomparsa

Dopo l’omaggio al padre, Amedeo ha vinto la tappa da ricordare Madre. E lo ha fatto a modo suo: “Mia madre se n’è andata presto e mi fa incazzare. Invece di stare qui, irrigidendoti con orgoglio per questa prima serata, non è qui. E io sono incazzato tutti i giorni perché perde delle cose, forse se le guarda e non dice niente. Manca ogni minuto e chi ha questa mancanza non può che condividere con me“. Anche Pio D’Antini, cresciuto con Amedeo e la sua famiglia, ha voluto ricordare la donna:”Sono sicura che mamma Rosa, perché è una seconda mamma per me, riderà molto da lassù. Perché allora era una bastarda come noi“. “Vorrei che le avesse fatto fare delle cazzate, ora ancora di più perché mi ha lasciato soloAmedeo conclude con occhi lucenti.

READ  anticipo oggi 20 ottobre. David nei guai
Omaggio al padre di Amedeo Grieco
in figura: Omaggio al padre di Amedeo Grieco

La morte di Rosa, madre di Amedeo Grieco

Rosa, madre di Amedeo Grieco, è morta il 13 giugno 2020. Aveva solo 56 anni. Il figlio, uno dei comici più famosi di oggi, ha voluto ricordarla pubblicamente con il collega Pio D’Antini. Qualche mese prima, tramite Instagram, aveva lasciato intendere che la donna si stava preparando per una dura battaglia, senza entrare nei dettagli di una storia che continua ad essere profondamente dolorosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *