Sempre più genitori non possono permettersi l’iscrizione a un’associazione sportiva

Sempre più genitori non possono permettersi l’iscrizione a un’associazione sportiva

Monique Maks, direttrice di Youth Fund Sport and Culture, vede un forte aumento del numero di domande di sovvenzione. Ad aprile e maggio il Fondo per i giovani ha aiutato 5.500 bambini, a settembre il numero era salito a 10.300. L’aumento è particolarmente evidente tra i redditi medio-bassi. Il Fondo per la gioventù afferma di essere attivo in circa 237 comuni su 345. In altri comuni, i genitori possono contattare Stichting Leergeld o il comune.

Più del 15% di membri giovani

Le società sportive vedono i genitori annullare la registrazione dei propri figli perché non possono pagare la quota associativa. Michael Timmers è presidente del dipartimento giovanile del VV di Markiezaten a Bergen op Zoom, un club che conta attualmente circa 300 giovani soci. “Normalmente ci aspettiamo che circa il 5% dei genitori non sia in grado di pagare il contributo, in questa stagione ci aspettiamo che si aggiri intorno al 15%”. Le ragioni? Inflazione e alti costi energetici.

VV de Markiezaten nota anche che più giovani membri stanno annullando l’iscrizione. “Quando ci chiediamo quale sia il motivo, sentiamo in diversi casi che il denaro gioca un ruolo. C’è un gruppo di genitori che stanno con Stichting Leergeld da anni o che hanno stipulato accordi individuali con l’associazione per quanto riguarda i pagamenti. gruppo in crescita di genitori che non sono abituati a trovarsi in questa situazione”.

Vergogna

Timmers considera “molto sfortunato” che i genitori di questo gruppo si sentano spinti a cancellare l’iscrizione ai propri figli perché non sanno di poter ottenere aiuto. È anche il gruppo che preoccupa di più Maks. “Queste persone sono finite nei guai in poco tempo. Non hanno mai dovuto chiedere aiuto prima. Non sanno che è possibile e spesso si vergognano”.

READ  Glennis Grace lascia che la performance continui nonostante sia stata arrestata dopo un violento incidente

Monique Maks, ad esempio, ha sentito parlare di una donna con tre figli nello stesso club. “Non poteva più permettersi l’abbonamento, quindi ha firmato i tre bambini. Ha detto ai suoi figli di dire ai loro amici che non gli piaceva più”.

Maks dice di essere molto preoccupato per i bambini a cui succede. “Lo sport è importante in questa fase della vita dei bambini. Il resto della squadra continua e, poiché ha dovuto rinunciare, è socialmente escluso.

In conversazione

VV de Markiezaten parlerà con i genitori che non pagano il contributo. “Chiediamo cosa c’è dietro. Se ci sono ragioni finanziarie, li informiamo su tutti i tipi di programmi disponibili. Mostriamo loro la strada, forniamo informazioni e mettiamo in contatto i genitori con le persone giuste a Stichting Leergeld, perché è qui che il nostro comune con un accordo.

Il Fondo per la gioventù sta anche cercando attivamente di pubblicizzare i programmi di sovvenzione. “Abbiamo recentemente lanciato una campagna: scegli un club. I genitori possono auto-registrarsi per ricevere assistenza su questo sito. Quindi li mettiamo in contatto con un insegnante, un educatore, un consulente per il sovraindebitamento o qualcuno di una squadra di quartiere, che fa la richiesta con un genitore. Previo accordo, il Fondo Giovani versa il contributo direttamente alla società sportiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *