Sinner e De Minaur si ritrovano un anno dopo: “È migliorato molto …”.

Jannik Sinner, 19 anni, e Alex De Minaur, 21, si ritroveranno oggi nei quarti di finale del torneo ATP 250 a Sofia, esattamente un anno dopo la finale ATP NextGen, poi vinta dagli azzurri a Milano. Sinner e De Minaur hanno in comune il fatto di essere arrivati ​​nei mesi scorsi ai quarti di finale dei tornei del Grande Slam – l’italiano al Roland Garros e l’australiano agli US Open – e puntano a vincere il primo titolo mondiale. 2020 (nel caso di Sinner sarebbe il primo della sua carriera nel Major Circuit).

Sinner, che ha battuto De Minaur un anno fa, rifiuta lo status di favorito. “È migliorato molto, è migliorato molto e non ho dubbi che giocherà in modo diverso contro di me. Non ho ancora preparato il gioco, ma la mia idea di base del gioco è sempre la stessa. Servi bene, rispondi bene e gioca il più profondamente possibile.
Lo serve meglio di un anno fa, la palla lo lavora di più. Poi è qualcuno che si muove molto bene, è duro. Penso che sia migliorato un po ‘in tutto: se giochi con qualità tutti i giorni, soprattutto in allenamento, è impossibile non migliorare.
Penso di aver migliorato il tiro al volo. Forse non riesci ancora a vederlo, perché a volte ho un attacco corto o non riesco a trovare la posizione, ma parlando a rigore del tiro al volo, non credo di giocarlo male. Certo, ci sono tanti giocatori che giocano meglio, ma rivedendomi… forse sto ancora perdendo punti importanti, ma non ho problemi se sbaglio ”.

La partita con Huesler:Non mi ha mai dato ritmo. Contro un avversario come questo devi stare attento ad ogni servizio perché magari servi male lui ti rompe e perdi il set perché prende fiducia. Ho rischiato 2-2 nel primo set ma alla fine ho giocato bene ”.

READ  L'emozione di Sabatini e le scuse a Totti: “mi sbagliavo”. La risposta è commovente - VIDEO

Alex De Minaur, che ha battuto il russo Aslan Karatsev nel secondo turno del torneo di Sofia, è soddisfatto di come ha vinto. “È stata una partita molto complicata contro un avversario difficile. Sono contento del mio tempo e di come ho iniziato questo torneo ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *