Soleil Sorge in lacrime / “Delia Duran mi accusa di essere andata a letto con Alex Belli”

Lui ha accusato di colpo il Sole sorge subito dopo la diretta di ieri del Grande Fratello Vip 2021. L’ingresso alla casa del disgregatore Delia Duran, moglie di Alex Belli, e rivale della bella influencer italo-americana, non si è per niente digerita, anche perché si è sentita nuovamente attaccata e messa in gioco in quello che lei considera un “teatro sapientemente progettato. Soleil Sorge ha rivelato il suo cattivo umore dopo l’episodio di ieri sera, parla con l’amico Davide Silvestri. Tra le lacrime, racconta: “Ho sempre cercato di proteggere la loro relazione (in riferimento ad Alex Belli e Delia Duran ndr), mi sono sentita anche davanti alla mia famiglia a casa… nessuno pensa alle cose che vengono a raccontarvi “.

Quindi racconta le accuse di Delia Duran: “Sei stato a letto, hai fatto sesso, continuavo a insinuare che avevamo fatto l’amore, è pesante davanti alla mia famiglia. Ancora un’altra melma su di me che mi sento gettata e poi vedo che è entrata qui allora vedere ancora un altro teatro che mi fa star male”.

SOLEIL MONTA “COLPISCI” ATTRAVERSO L’INGRESSO DI DELIA DURAN: “INVECE DI RISOLVERE IL SUO MATRIMONIO…”

Secondo Soleil Sorge, Delia Duran doveva stare fuori casa per risolvere i suoi problemi. “Onestamente, una persona che piuttosto che aggiustare il suo matrimonio questo è qui per visibilità e per affrontare una situazione come questa in cui so che è andata in guerra in pratica è quello Non ne posso più”.

READ  Pretelli, perché si è conclusa con Ariadna: "ho rispettato la sua scelta"

Così l’ex di Uomini e Donne e l’Isola dei Famosi, aggiunge: “Non ho la forza essere lì per parlare e discutere perché so tutto, so di Alex che mi ha detto cosa stanno facendo, quindi vedere una persona così che viene a dirmi, a insinuare qualcosa è *uale quando fanno molto peggio e si sentono così giudicati e vengono messi qui, anch’io devo soffrire più di quanto già c’era in casa, stavo cercando di riprendermi un po’…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *