Sondaggio: ecco come pensano i Paesi Bassi la performance di Jinek Glennis Grace

Sondaggio: ecco come pensano i Paesi Bassi la performance di Jinek Glennis Grace

Alla domanda “Cosa ne pensi della conversazione di Glennis Grace con Jinek?” Il 94% ha risposto che era una “finzione”. Solo il 6% si sentiva “schietto”.

È stato anche chiesto loro se Glennis avrebbe dovuto fare l’intervista. Un misero 4% ha affermato che è stata una “scelta intelligente”, rispetto alla maggioranza del 96% che pensava che Glennis avrebbe dovuto mantenere la sua storia per il giudice.

L’intervista è vista da molti come un fascino offensivo, ma non ha avuto l’effetto sperato. Ben il 94% degli elettori pensa che Glennis “dovrebbe pagare per le sue azioni”, mentre un misero 6% lo ha perdonato e “non vede l’ora di un ritorno”.

In Jinek ha detto a Glennis di aver “spinto” in faccia un dipendente Jumbo, ma non lo ha colpito. Il cantante contraddice anche le accuse di minaccia. “È andato davvero fuori controllo, il che non era assolutamente l’intenzione”, ha detto Glennis. “Spero che tutti riusciamo a superare questo e spero che alla fine funzioni. Che posso finalmente lasciarmi questo alle spalle e andare avanti con la mia vita”.

L’incidente soprannominato Jumbo Riot è avvenuto un sabato sera dello scorso febbraio. Il figlio di Glennis, Thony, è tornato a casa “sanguinoso”, dopodiché il cantante è andato al supermercato per una storia. Thony avrebbe fumato una sigaretta elettrica nel negozio ed è stato quindi espulso dal supermercato. Spingendo, Thony sarebbe caduto faccia a faccia contro una rastrelliera. Una volta presente al supermercato, Glennis non si è sentita presa sul serio e le ha fatto un “pollice in su”. Glennis ha detto che non avrebbe combattuto.

READ  Uomini e donne, Gianluca contro Armando: siete incoerenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *