L’orario invernale è sempre migliore per la mia salute |  comunicato stampa della settimana

L’orario invernale è sempre migliore per la mia salute | comunicato stampa della settimana

Domenica 30 ottobre sarà di nuovo l’orario invernale. Gli orologi tornano indietro di un’ora nella notte da sabato a domenica. Se tutti si sono appena abituati all’ora legale, i nostri orologi biologici vengono nuovamente colpiti alle orecchie. È utile?

L’ora legale è mantenuta nei Paesi Bassi e in molti altri paesi per risparmiare energia (ma questo è discutibile) e per adattare il numero di ore di luce ai ritmi quotidiani delle persone. Ciò significa che in estate, quando il sole sorge presto, le persone devono alzarsi un’ora dopo e andare a letto un’ora dopo.

Meglio per l’orologio biologico

In inverno fa buio tra le 4:30 e le 5:00 in inverno. La ricerca mostra che questo rende l’ora di punta serale più pericolosa a causa di più incidenti. Tuttavia, l’orario invernale è migliore per l’orologio biologico, che preferisce semplicemente la luce al mattino. Gli esseri umani hanno bisogno di luce per funzionare, specialmente all’avvio. Questo secondo la ricerca.

Dormi meno bene dopo i cambiamenti

Per inciso, il termine “orario invernale” si riferisce all’ora solare. Nei Paesi Bassi, dal 1940, questo orario standard è un’ora avanti rispetto al fuso orario determinato in base alla posizione geografica. I Paesi Bassi alternano due volte l’anno con l’ora solare (ora solare) e l’ora legale.

Subito dopo i cambiamenti, le persone dormono meno bene; le persone dormono meno, soprattutto subito dopo l’ora legale. Ci sono anche effetti sulla salute, ad esempio ci sono più attacchi di cuore subito dopo il passaggio all’ora legale. Tali effetti non si manifestano ad un orario fisso per l’intero anno.

Dichiarazione: l’orario invernale è sempre migliore per la mia salute.

READ  Il premio Nobel Anton Zeilinger smaschera le "spaventose" particelle di Einstein a Groningen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *