Toloi, ‘brasiliano’ agli Europei: titolare con l’Italia contro la Svizzera | Nuovo

“La band è fatta – ha detto Roberto Mancini lo scorso dicembre – al massimo alcuni elementi ballano”. pertanto ingannare non sembrava nemmeno lontano dai piani dell’allenatore, ma cominciava ad interessarsi a se stesso e ai suoi Stato brasiliano con antenati trentini. A febbraio il difensore dell’Atalanta ottiene il via libera dalla FIFA, su richiesta della FIGC, per una possibile convocazione in azzurro. È così chiamato per le tre partite delle qualificazioni mondiali. contro Irlanda del Nord, Bulgaria e Lituania, ha esordito a Vilnius (2-0 per l’Italia), è salito sul treno già diretto a Euro 2020 e ‘knock out’ Gianluca Mancini.

Il gara di Toloiï però non finisce qui, perché in quattro mesi diventa inadatto al brasiliano titolare azzurro agli Europei. Florenzi viene infatti arrestato a causa dell’infiammazione al polpaccio che lo ha costretto a lasciare dopo il primo tempo Italia-Turchia, potrebbe anche stringere i denti ma Mancini non vuole correre rischi. La soluzione più immediata sembrerebbe includere Di Lorenzo, e invece l’allenatore punta tutto su Rafael Toloi, che si appresta a esordire in un grande evento dopo sole 3 presenze (di cui due in amichevole) e 184 minuti di utilizzo in Nazionale. Intanto Berardi sta bene dopo la brutta ‘tacca’ al polpaccio rimediata contro la Turchia: si confermerà con il tridente con Immobile e Insignia, con Chiesa che scalpita in panchina.

Questo allora formazione anti-svizzera: Donnarumma; Toloi, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Barella, Jorginho, Locatelli; Berardi, Immobile, Distintivo. Buone notizie anche da Verratti: sta facendo bene e sta tornando in panchina.

READ  Giro d'Italia, nuova tessera: 17 poliziotti positivi del servizio di comando Giro-E

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *