tradimenti, scandali, fama di playboy- Corriere.it

Elisabetta II sarebbe stata sull’orlo del divorzio da suo marito Filippo, il duca di Edimburgo recentemente deceduto a 99, 63 volte. Una figura rischiosa in un recente documentario televisivo. Ma se la sovrana avesse davvero dovuto pensare al divorzio ogni volta che la stampa britannica o americana scriveva della loro crisi coniugale o della datazione del marito, in realtà, in 73 anni di matrimonio, le opportunità sarebbero state più numerose. Crisi, sì, certo che ci sono state. Soprattutto a causa dell’intolleranza di Filippo nei confronti del protocollo giudiziario che lo relegava a un ruolo insignificante; proprio a lui, così abituato all’indipendenza e al comando. Per quanto riguarda le sue amicizie con donne affascinanti, non è un mistero che il Duca abbia sempre amato e cercato la compagnia delle donne. Ma la stampa non ha mai trovato prove, nessuna foto che documentasse casi clandestini. Le persone a lui vicine lo hanno sempre negato, il Palazzo lo ha sempre negato. Insomma, se ci fossero state delle scappatelle, la regina ha scelto di chiudere gli occhi. Inoltre, lo stesso Filippo, in età avanzata, disse che Elisabetta era ancora “molto paziente e tollerante con lui”.

Bello, affascinante e “pieno di ragazze”

Quando Filippo si è fidanzato con Elisabetta, lei era poco più che un bambino, lui ha solo 25 anni, sei anni in più, ma è già un uomo di mondo. È bello, alto, biondo, ha girato il mondo con le navi della Regia Marina di cui è ufficiale, ha combattuto la guerra, ma ha anche assistito a balli, feste, famiglie importanti: viene da ‘ una famiglia reale, quella greca, anche senza più corona e proprietà. Ma ha frequentato scuole e accademie eccellenti. Dov’era Filippo, erano ancora lì bracciate di ragazze“Manciate di ragazze”, ha detto Mike Parker, suo compagno all’Accademia militare, che in seguito divenne il suo segretario personale e confidente. Oltre che uno dei principali custodi dei segreti del principe. Che anche sposato, è sempre rimasto l’uomo che amava flirtare e divertirsi. Balla e scherza. Anche davanti alla moglie che, troppo timida, non amava mettersi in mostra.

Filippo ed Elisabetta, l’amore e la corona: una storia lunga oltre 80 anni
Quest’ultimo compleanno, il 73 °, nella privacy

Pat Kirkwood, la ballerina sulla bocca di tutti

Una delle prime indiscrezioni che coinvolgono Filippo riguarda Pat Kirkwood, attrice, cantante e ballerina molto famosa dopo la seconda guerra mondiale non solo nel Regno Unito ma anche negli Stati Uniti. L’anno è il 1948. Il Duca di Edimburgo è ancora un ufficiale della Royal Navy, ma è già il marito della principessa ereditaria che è incinta del suo primo figlio. Dopo un’esibizione in pista, Philip è stato presentato a Kirkwood nel suo camerino. E poi i due sono andati a cena insieme al ristorante Les Ambassadeurs a Mayfair, qui hanno chiacchierato e ballato tutta la notte. Pertanto, secondo le cronache del corrispondente inglese di Baltimore Sun, i due avrebbero iniziato un appuntamento regolare da anni incontrandosi in un appartamento del West End messo a disposizione di un amico del Thursday Club di Soho, un club per soli uomini di cui Filippo era membro. Pat Kirkwood sarebbe diventato il compagno di Filippo e gli avrebbe persino regalato una Rolls Royce. L’attrice ha trascorso i decenni successivi a negare questa relazione e ad un certo punto si è persino sentita obbligata a scrivere alla regina. Filippo, in fondo, era lusingato di essere associato a una delle donne più famose in circolazione e non si è mai preoccupato di negare nulla. Con grande dispiacere di Pat.

READ  Pierpaolo Pretelli e Giulia Salemi: sempre più vicini - Grande Fratello VIP
Il club degli uomini e l’affare Mike Parker

Il periodo di crisi più discusso tra Elisabetta e Filippo fu durante il suo viaggio a bordo della Britannia, dall’ottobre 1956 al febbraio 1957. Un viaggio di 4 mesi per assistere alle Olimpiadi in Australia e visitare molti remoti paesi del Commonwealth. Ma per Filippo è stata anche un’occasione per sfuggire ai vincoli della vita di corte e tornare a vivere il cameratismo della vita di bordo che tanto amava e aveva dovuto rinunciare. Anche se non è una nave da guerra ma uno yacht reale di lusso. Verso la fine del viaggio, però, Mike Parker dovette tornare a Londra perché sua moglie, venuta a conoscenza delle sue infedeltà, aveva chiesto il divorzio. La notizia ha colpito i giornali e la stampa ha impiegato un po ‘di tempo per collegare il matrimonio di Parker a quello di Philip: Anche il marito della regina aveva lo stesso stile di vita libertino con cui entrambi frequentavano il famoso Thursday Club? E ho visto che un membro del clubaveva messo a disposizione il suo appartamento per gli incontri segreti del duca o di altri amici? Insomma, in questa occasione fu scoperto un altare dell’alta borghesia londinese, che non creò un piccolo imbarazzo per la Regina e la Corona. E per la prima volta Elisabetta autorizza il suo addetto stampa a dire: “Non c’è rottura tra il sovrano e il duca”. Ma era certamente irritata e ha chiesto al marito di denunciarlo. Il viaggio di Britannia si è concluso prematuramente.

Hélène Cordet e i figli del mistero

Un altro nome nella presunta lista delle relazioni romantiche e clandestine del principe Filippo è quello di Hélène Cordet, una nobile amica del principe sin dall’infanzia, mentre trascorrevano le vacanze insieme nella villa dei suoi genitori a Le Touquet. Hélène divenne una presentatrice della BBC negli anni ’50, avendo due figli dopo il divorzio dal marito, ma si rifiutò ancora di rivelare chi fosse il padre. Quindi, quando ha chiesto al Duca di Edimburgo di essere il padrino dei due, è stato ancora una volta facile insinuare che fosse davvero il padre. Il mistero della paternità è rimasto per anni. Fino a quando il figlio di Helene, Max, anni dopo, che era diventato professore universitario di economia, negò categoricamente qualsiasi legame di sangue con il principe.

READ  Addio a Larry Flynt, muore il 're del porno' anti-Trump - Last Hour
Volti televisivi e donne nobili

Le voci sulle presunte amanti del principe vanno avanti da decenni. Ne abbiamo anche parlato una relazione con la madre di Sarah Ferguson, Susan Barrantes, poi con lo scrittore e poeta Daphné du Maurier, autore di Rebecca, la prima moglie, che all’epoca era sposato con un maggiore della Guardia Reale. Per quanto riguarda il mondo dello spettacolo, è accreditato di aver flirtato con le attrici Merle Oberon e Anna Massey. Ma anche con la conduttrice televisiva Katie Boyle. Ovviamente, anche nella cerchia dell’alta nobiltà, Philippe avrebbe avuto il suo Astuccio: ad esempio con la cugina, la principessa Alexandra di Grecia, o con la duchessa Sacha Abercorn, moglie del primo dignitario di corte.


Filippo al momento del fidanzamento

Lo scandalo Profumo: “il cameriere nudo”

Una delle pagine più imbarazzanti è quella legata allo scandalo Profumo, uno scandalo politico di matrice sessuale emerso nel 1963, che travolse l’allora ministro della Guerra John Profumo per essere l’amante di una modella, Christine Keeler, che era allo stesso tempo un amante di una spia sovietica. Il governo è stato sopraffatto. Una delle figure chiave dello scandalo è stato un osteopata e designer ben integrato nell’alta società, Stephen Ward, organizzatore di feste private. In uno di questi, Profumo e Keeler si erano incontrati. Cosa c’entrava Filippo? In mezzo allo scandalo, un giornale satirico, Private Eye, ha detto che Happy Holidays from Ward, anche un membro del Thursday Club, ha assistito a un “uomo mascherato” che serve da bere indossando un grembiule attillato e attillato. il cameriere nudo nientemeno che il Duca di Edimburgo. La voce è rimasta una voce, niente di tutto ciò è stato mai provato e dopo un po ‘non se ne è più parlato.

La “vendetta” di Lady D

Negli anni ’90 un giornalista chiese a Filippo di riportare le tante voci sulle sue relazioni extraconiugali e lui rispose senza mezzi termini: “Ti sei mai fermato a pensare che io, negli ultimi 40 anni, non ho fatto un passo senza un poliziotto che mi accompagna? Allora come posso uscirne? Non che la risposta servisse a interrompere il gioco dell’amicizia del principe. Il gioco è durato almeno fino alla fine degli anni ’90 e si è concluso solo per il limite di età del Duca di Edimburgo. Ingrid Seward, nel libro “Io e mio marito” racconta una storia sconcertante: nel mezzo della guerra dei matrimoni dei Principi di Galles, quando Filippo rimproverò a Diana di voler distruggere con il suo comportamento ciò che lui e la regina avevano consacrato loro Vita per, o per la Corona, lei, attraverso investigatori privati, aveva iniziato a cercare prove delle infedeltà passate e presenti del suo patrigno. E qualcuno ha detto di aver persino scoperto l’esistenza di bambini illegittimi che erano regolarmente assistiti. Fantasia o no, è un segreto che la Principessa del Galles ha portato nella sua tomba.

READ  "Vergogna, ignorante": litigio in tv con Bassetti

Elisabetta e Filippo all'annuncio del fidanzamento (Lapresse)
Elisabetta e Filippo all’annuncio del fidanzamento (Lapresse)

I quadri di Penelope, l’amica della vecchiaia

Una delle ultime figure citate, ad esempio, era Penelope “Penny” Romsey, moglie della moglie di Lord Brabourne e 30 anni più giovane del Duca. È innegabile che ci fosse una connessione tra i due, ma quasi certamente di natura platonica, nata da passioni comuni, come quella del trotto o del ballo. Penny, era spesso ospite della coppia reale nei fine settimana ed era certamente in intimità con il principe poiché raccoglieva le sue confidenze ei suoi sguardi, ad esempio, sulla storia di Carlo e Diana. E negli anni della sua vecchiaia, quando non poteva più correre al trotto, la vedevamo spesso in compagnia di Filippo che dipingeva ad acquerelli.

Elizabeth l’ha sempre saputo?

In breve, Filippo non ha mai messo in gabbia la sua natura libera. Così come non ha mai privato Elizabeth del suo sostegno e della sua sicura presenza. Lo storico Robert Lacey scrive nel voluminoso “Il monarca – La vita e il regno di Elisabetta II” che il Duca una volta disse a un membro della famiglia: “Come potrei mai essere infedele alla regina dal momento che non ha modo di vendicarsi?” Elisabetta, dal canto suo, ha sempre accettato, soprattutto nella seconda parte della loro vita coniugale, che suo marito avesse una sorta di piccola corte di amici e confidenti, sapendo che in nessun caso l’avrebbe umiliata, non l’avrebbe mai messa in imbarazzo.
Come conclude Lacey, “Elizabeth sapeva di avere a che fare con un uomo incazzato che stava lottando per vivere con la ‘gabbia’ ed era apparentemente troppo saggia per sentirsi minacciata dalle piccole cose di cui aveva bisogno per dimostrare a se stesso. La sua indipendenza”.

10 aprile 2021 (modificato il 10 aprile 2021 | 08:52)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *