Valeria Fabrizi: I ladri hanno distrutto la sua casa e hanno preso tutto

Bottino da 200mila euro, costituito soprattutto dai ricordi di una vita e da tutti i mobili distrutti dai ladri che hanno fatto irruzione in casa dell’attrice pochi giorni fa Valeria Fabrizi, o Suor Costanza per finta “possa Dio aiutarci», Lasciandole solo l’anello nuziale che non le è stato rubato semplicemente perché lo portava al dito. “Non dirò a Barbara cosa non hanno fatto, cazzo, nemmeno i mobili. Vengo dalla guerra, mi ha ricordato quando ero piccola, che mi hanno portato a vedere la casa distrutta dalle macerie. Hanno rotto i miei mobili, tutto»Disse disperatamente a Barbara d’Urso.

Ricordi, argenteria, che adoro, collezionare tutto, non mi hanno lasciato nulla. Non so cosa pensare, non ho avuto cameriere da cui guardarmi, non voglio nessuno da quando è scoppiata la pandemia, cerco di fare le cose da solo. Non credo sia stato perché ho ferito qualcuno, ne dubito, forse qualcuno che mi ha seguito. Anche i danni ai mobili mi hanno scioccato molto, di solito quando i ladri fanno queste cose non lo fanno, almeno è quello che è successo anche ai miei amici. Ho solo fede, quella di mio marito mi è stata portata via. Non dormo più, mi ci è voluto male. Sai alla mia età, ottantaquattro anni, quanti ricordi ho. Non li perdono, penso che sia sbagliato per loro. Sono cattolico, prendo la Comunione ma non li perdono. Sono una persona attenta, anche agli altri, aiuto molto, anche nella mia parrocchia, ma sono mascalzoni

Ciò che ferisce di più l’attrice sono ovviamente i ricordi rubati al defunto marito, Tata Giacobetti, uno dei componenti del Cetra Quartet che ha sposato nel 64 e con il quale è rimasta stretta fino alla sua morte. morto. “C’era una collana che mio marito mi regalava che portavo sempre fuori perché adoravo indossarla a Natale. Così come l’argenteria che non uso negli altri mesi dell’anno. Ero molto legato a questi perché quando ero piccolo mia madre mi diceva di mettere sempre da parte i soldi, perché in caso avessi fame potevo andare a venderli al Monte di Pietà“.

READ  Montesano senza maschera arrestato dai carabinieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *