Giove e Saturno congiuntamente il 21 dicembre. È la stella di Natale – Cronaca

Giove e Saturno sembreranno sovrapporsi perfettamente

Bologna, 21 dicembre 2020 – “La stella di Natale”? La congiunzione di Giove e Saturno (foto). Questo sta accadendo quest’anno, più precisamente il 21 dicembre, giorno di solstizio d’inverno, cioè il momento in cui la notte di durata più lunga si verifica durante tutto l’anno. Se verso l’ora del tramonto tra i 17 ei 18 anni a proposito, guardi l’orizzonte verso il basso Sud-ovest, sarà possibile osservare ad occhio nudo la vicinissima congiunzione dei pianeti giganti del nostro sistema solare: Giove e Saturno.

Questi pianeti saranno visti ad occhio nudo ma saranno indistinguibili singolarmente perché appariranno sovrapposti. L’insolito fenomeno astronomico è naturalmente solo un effetto di prospettiva. Giove e Saturno saranno in realtà a quasi un miliardo di chilometri di distanza. Ma la cosa davvero sorprendente è quella Saturno, Giove e la Terra saranno sulla stessa linea.

“La congiunzione di Giove e Saturno – spiega Romano Serra, astrofisico dell’Università di Bologna – avviene circa ogni 20 anni. La particolarità però è che quest’anno è particolarmente teso tanto che le stelle quasi si sovrappongono. La distanza apparente nel cielo sarà di 6 minuti d’arco, o circa un quinto del diametro della luna piena. Il fenomeno di occultazione tra i pianeti è un evento estremamente raro. Nei 3000 anni precedenti e per i successivi fino all’anno 3000, non ci saranno occultazioni tra Saturno e Giove; mentre il 22 novembre 2065 ci sarà un’occultazione tra Giove e Venere al mattino appena prima dell’alba ”.

E Serra prosegue: “Ma tornando al fenomeno di lunedì 21 dicembre, è curioso che avvenga la congiunzione solo il giorno del solstizio d’inverno e può essere scientificamente provato che il fenomeno si è verificato anche in tempi antichi. La congiunzione potrebbe effettivamente suggerire che la “stella dei Magi”, menzionata nel Vangelo, fosse in realtà questo fenomeno celeste. Questo è il motivo per cui i media hanno già ribattezzato l’evento cosmico come l’arrivo del ‘Stella di Natale“. Prima di questa congiunzione di lunedì 21 dicembre, ha avuto luogo la precedente stretta congiunzione alla fine del 1623; mentre la prossima congiunzione futura molto prossima (ma non come questa) avverrà nel 2417 “.

READ  Marzo: l'elicottero della Nasa Ingenuity ha fatto girare le eliche per la prima volta

Per osservare correttamente il fenomeno celeste, è necessario trovare un cielo a sud-ovest privo di nuvole e nebbia fino all’orizzonte. Le zone collinari o montuose sono quindi le migliori per l’osservazione. “Chi può osservare la straordinaria congiunzione – aggiunge l’astrofisico – noterà il singolarità del fenomeno. Giove e Saturno saranno alla vista “una stella” ma non un binocolo con il quale potremo osservare anche i satelliti di Giove e Saturno stesso. Un altro fenomeno del 21 dicembre, oltre alla coppia Giove-Saturno, non lontano a est, è l’allineamento della Luna e di Marte. I 4 corpi celesti si presenteranno su una linea ideale che sarà quasi dritto. Questa linea sarà un tratto dell’eclittica, cioè il percorso nel cielo e tra le costellazioni dello zodiaco, del Sole durante l’anno. Lunedì sera controlleremo il settore eclittico tra le costellazioni dell’Acquario e dei Pesci “.

falso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *