Van Vleuten sollevato non pensa che le gare di ghiaia abbiano un posto nel Tour de France femminile | ADESSO

Annemiek van Vleuten pensa che le gare su ghiaia come quella di mercoledì del Tour de France femminile non abbiano posto in una corsa a tappe. Demi Vollering, compagna di squadra del vincitore di tappa Marlen Reusser, si è invece divertita mercoledì.

“Mi è piaciuto, mi piace il caos”, ha detto in seguito Vollering, 25 anni, alla telecamera al ILLUMINATO. “Mi piace molto l’argilla, sembrava che avessimo tutto sotto controllo tutto il giorno”.

Vollering è quindi lieta che l’organizzazione abbia inserito nel programma delle tappe una tappa con tratti sterrati, anche se i corridori potrebbero perdere molto tempo a causa di una foratura. “Devi lasciare che la tua bici faccia il lavoro e non guidare troppo nervosamente sulla ghiaia. Quindi segui il flusso”.

Come Van Vleuten, il pilota dell’SD Worx è arrivato a un minuto e quaranta secondi dal vincitore di tappa Reusser. Van Vleuten è in via di guarigione dopo essersi sentito male per alcuni giorni e aver perso tempo.

Era polveroso nel Tour de France femminile di mercoledì.


Era polveroso nel Tour de France femminile di mercoledì.

Era polveroso nel Tour de France femminile di mercoledì.

Foto: Getty Images

Van Vleuten è felice e sollevato dopo aver preso la gara

Van Vleuten ha minacciato di perdere ancora più tempo mercoledì a causa di una foratura, ma si è comunque unito al gruppo dei favoriti nell’ultima tappa in sella alla moto della compagna di squadra Emma Norsgaard. “Sono molto felice e sollevato di esserci riuscito, ma in realtà non ha posto in una corsa a tappe. Mi piace molto, ma in una corsa di un giorno”.

Il pilota di Movistar ha descritto gli ultimi giorni come “sofferenza”. “Ma ora potevo cacciare quando ne avevo bisogno. Non avrei potuto farlo prima in questo round.”

Il Tour de France Women continua giovedì con una tappa relativamente pianeggiante con arrivo a Saint-Dié-des-Vosges. La domenica è l’ultimo giorno della corsa a tappe. L’ottava tappa si conclude a La Super Planche des Belles Filles.

Classifica generale dopo quattro tappe;

  • 1. Marianne Vos (Paesi Bassi) 48.11.16
  • 2, Silvia Persico (Italia) +0.16
  • 3. Katarzyna Niewiadoma (Polonia) +0.16
  • 4. Elisa Longo Borghini (Italia) +0.16
  • 5. Ashleigh Moolman Pasio (Sud Africa) +0,51
  • 6. Demi Vollering (Paesi Bassi) +0,57
  • 8. Annemiek van Vleuten (Paesi Bassi) +1.14
READ  Nuoto, magnifica medaglia di bronzo per l'Italia nella 4×100 mista! Il sigillo di un grande movimento - OA Sport

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.