Visite mediche a domicilio: quando saranno possibili e come funzioneranno

Visite mediche a domicilio: quando saranno possibili e come funzioneranno

Visite mediche a domicilio: quando saranno possibili e come funzioneranno

Entro il 2026, telemonitoraggio per malati cronici

Il Ministero della Salute italiano ha annunciato che entro il settembre 2026 saranno raggiunti tre obiettivi fondamentali per il telemonitoraggio dei malati cronici. Questi includono pazienti affetti da diabete, patologie cardiologiche, respiratorie, oncologiche e neurologiche.

Più di 165 mila medici, tra cui dottori di famiglia, pediatri e specialisti ospedalieri e territoriali, saranno responsabili di offrire servizi di televisita per interagire con i pazienti a distanza in tempo reale. Questo permetterà una migliore gestione delle patologie croniche senza la necessità di spostarsi fisicamente in ospedale.

Inoltre, oltre 144 mila infermieri e professionisti sanitari dovranno svolgere prestazioni in teleassistenza. Questo significa che sosterranno il corretto svolgimento di attività assistenziali a domicilio tramite videochiamate, garantendo una costante supervisione e supporto ai pazienti.

Queste misure si inseriscono nel più ampio contesto della digitalizzazione dei servizi sanitari, che sta diventando sempre più importante nel panorama attuale. Grazie al telemonitoraggio e alla teleassistenza, i pazienti affetti da patologie croniche potranno godere di una maggiore qualità di vita e di una gestione più efficace delle proprie condizioni di salute.

In conclusione, il telemonitoraggio dei malati cronici rappresenta un passo avanti importante nel campo della sanità, che mira a garantire un’assistenza sempre più personalizzata e tempestiva per tutti i pazienti che ne possono beneficiare.

READ  «Ho sempre le mani fredde, dipende dalla circolazione?»: significato e possibili cause - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *