Zona rossa Italia a Natale, regole: ecco i “ giorni proibiti ”

Zona rossa d’Italia durante le vacanze di Natale, ma solo in determinati giorni. Misure “a scacchiera” per arginare la diffusione del coronavirus: lo schema delineato dal governo prevede l’introduzione della zona rossa nei giorni festivi e prima delle festività. Non una chiusura generale dal 24 dicembre al 6 gennaio, dunque, ma uno slalom tra il calendario. Zona rossa e restrizioni poi vigilia di Natale, Natale e Santo Stefano, fino a domenica 27 dicembre. Quindi, un nuovo inasprimento “attivo”, dunque, il 31 dicembre e il 1 gennaio. Inoltre il 2 e 3 gennaio, un sabato e una domenica.

Se le regole adottate per le regioni della zona rossa dovessero essere applicate a livello nazionale, entrerebbero in vigore su tutto il territorio nazionale una serie di restrizioni già applicate nelle ultime settimane in alcune regioni del Paese:


– È vietato spostarsi, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi momento, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute; è vietato viaggiare da una regione all’altra e da un comune all’altro.

– Chiusura di bar e ristoranti. I pasti da asporto sono consentiti fino alle 22:00. Non ci sono restrizioni sulla consegna a domicilio. Chiusura di negozi, ad eccezione di supermercati, alimentari e di prima necessità. Restano aperti edicole, tabacchi, farmacie e drogherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. Centri estetici chiusi.

– Sono sospese tutte le competizioni sportive ad eccezione di quelle riconosciute di interesse nazionale dal CONI e dal CIP. Attività nei centri sportivi sospese. È consentito praticare un’attività fisica vicino casa e attività sportive solo all’aperto in forma individuale. I musei e le mostre sono chiusi; chiusi anche teatri, cinema, palestre, sale giochi, sale scommesse, tombola, anche bar e tabacchi.

READ  "Ai limiti della zona gialla"

– Solo il 50% di riempimento è consentito per i trasporti pubblici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *