21 partiti alle elezioni del Brabante: “Formare una coalizione è sempre più difficile”

21 partiti alle elezioni del Brabante: “Formare una coalizione è sempre più difficile”

Alle elezioni provinciali di marzo partecipano più partiti che mai. 21 partiti registrati. Ciò minaccia un’ulteriore frammentazione del Consiglio provinciale. Poiché formare una coalizione di maggioranza può diventare ancora più difficile con tutti questi piccoli partiti, il politologo Marcel Boogers sostiene una coalizione di minoranza che cerchi la maggioranza su ogni argomento.

Alle precedenti elezioni provinciali hanno partecipato 16 partiti. Dodici di loro hanno vinto 1 o più dei 55 seggi statali. Poiché il Forum per la democrazia è crollato, altri due partiti si sono uniti. I quattordici partiti condividono i seggi dei 55 stati:

  • VVD con 10 posti
  • CDA con 9 seggi
  • SP, D66 e GroenLinks con 5 posti
  • PVV con 4 posti
  • PvdA, Rutjens Group (JA21) e De Bie Group (BVNL) con 3 seggi
  • PvdD con 2 posti
  • FvD, 50PLUS, Local Brabant, ChristenUnie-SGP con 1 posto

La coalizione è composta da non meno di cinque partiti: VVD, CDA, D66, GroenLinks e PvdA.

Tra i 21 party che vorranno partecipare il 15 marzo ci sono anche i nuovi arrivati: BBB, VOLT, Alliantie, General Water Board Party, Jesus Lives, Heart for Freedom e Elderly Appèl-Hart for Brabant.

Secondo Marcel Boogers, esperto di politica provinciale, ci sono buone probabilità che il parlamento del Brabante si frammenterà ancora di più dopo le elezioni di marzo. “Si possono aggiungere più partiti, ma il numero di posti rimarrà lo stesso”.

La frammentazione non è necessariamente un problema, dice Boogers. “È vero che può rendere più difficile il governo, ma la nostra democrazia funziona semplicemente in modo tale che tutti i voti contino allo stesso modo. L’elettore vota e dobbiamo affrontarlo.

Soglia elettorale?
Ma ha anche un aspetto negativo, soprattutto per gli stessi parlamentari. Ad esempio, i dibattiti durano più a lungo perché più persone hanno bisogno di dire la loro. E le fazioni devono distribuire tutto il lavoro tra meno deputati. I piccoli partiti dipendono quindi principalmente dall’aiuto dei dipendenti del partito.

READ  Le aziende energetiche trarranno vantaggio dai massimali di prezzo? 'I libri devono essere aperti' | ADESSO

La fissazione di una soglia elettorale più elevata è spesso citata come mezzo per combattere la frammentazione. I partiti devono quindi ottenere più voti prima di ottenere seggi. Boogers è contrario. “Non dovresti esprimere voti, perché in realtà lo stai facendo con una soglia elettorale”.

Politici oberati di lavoro
Anche la politica non si frammenta da un giorno all’altro. “Va avanti da molto tempo”, dice Boogers. “I partiti popolari tradizionali, in particolare il PvdA e il CDA, non sono più in grado di attrarre ampi gruppi di elettori. Ora vedi molte feste con le loro punte di diamante. Si pensi, ad esempio, al BBB e al Partito per gli Animali.

Quindi cosa dovrebbero fare i politici oberati di lavoro? Boogers sostiene che le parti lavorino di più insieme. “Se lavori con parti che la pensano allo stesso modo, puoi dividere il lavoro. I partiti che sono d’accordo tra loro possono parlare l’uno per l’altro e votare insieme”.

Coalizione di minoranza
Anche i politici dovranno adattarsi quando formano una coalizione. “Per la maggioranza ci sono troppi partiti o devi lavorare con partiti che non vanno per niente bene. Guarda l’ultimo periodo amministrativo nel Brabante.

Dal 2019 ad oggi è stato necessario formare tre volte un nuovo consiglio. “Ciò che potrebbe funzionare meglio è una coalizione di minoranza in cui cerchi una maggioranza variabile per argomento”, afferma Boogers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *