2,4 miliardi di cristiani festeggiano il Natale

2,4 miliardi di cristiani festeggiano il Natale

Si stima che oggi 2,4 miliardi di cristiani in tutto il mondo celebrino la nascita di Gesù. Oltre a 1,25 miliardi di cattolici e 900 milioni di protestanti, anche anglicani, vetero-cattolici e alcune comunità ecclesiali ortodosse celebrano in questo giorno l’Incarnazione di Dio. Russi, serbi, copti ortodossi (in Egitto), etiopi e armeni celebrano il Natale solo il 7 gennaio secondo il calendario giuliano. Il Vangelo di Luca menziona Betlemme e i suoi dintorni come luogo di nascita di Gesù.

Tuttavia, il giorno (e l’anno) storicamente esatti della nascita di Gesù è sconosciuto, sebbene sia storicamente stabilito che la nascita di Gesù sia stata celebrata il 25 dicembre dell’anno 336 nella liturgia della città di Roma. Intorno al IV secolo la festa veniva celebrata in Nord Africa, Nord Italia, Spagna e Oriente.

L’albero di Natale e il presepe risalgono solo a una data successiva. Il presepe realizzato nel XIII secolo, su iniziativa di San Francesco d’Assisi, il suo ingresso. Nel 1223 (quindi 800 anni fa l’anno prossimo), concepì il progetto di rappresentare la nascita di Gesù in un presepe vivente durante la festa di Natale a Greccio. Non si è affidato solo alle comparse per questo. C’era posto anche per un bue e un asino. Nell’Italia centrale è nata l’usanza di porre un neonato sull’altare come Cristo Bambino il giorno di Natale.

A partire dal XV secolo i presepi furono installati stabilmente in Italia. A partire dal XVII secolo, i presepi come rappresentazione dell’evento di Betlemme divennero popolari anche fuori dall’Italia. Probabilmente l’albero di Natale ha avuto un posto centrale nelle celebrazioni natalizie solo a partire dal XIX secolo, dall’Europa di lingua tedesca. Tuttavia, la prima menzione scritta di alberi di Natale addobbati risale al 1606 e proviene da Strasburgo, capitale dell’Alsazia.

READ  Chijindu "CJ" Ujah squalificato, argento dietro a Italia-Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *