35.500 prime domande di asilo nel 2022, il numero più alto dal 2015

PAPÀ

Notizie ONS

L’anno scorso, più di 35.500 persone nei Paesi Bassi hanno presentato la loro prima domanda di asilo. Si tratta del 44% in più rispetto al 2021 e il numero più alto dal 2015. I siriani hanno nuovamente formato il gruppo più numeroso di richiedenti asilo, riferisce l’Ufficio centrale di statistica sulla base dei dati del Servizio per l’immigrazione e la naturalizzazione (IND).

La maggior parte delle domande di asilo è arrivata durante i mesi estivi, con un picco a settembre. Successivamente, il numero è nuovamente diminuito.

Più di 12.600 richiedenti asilo, più di un terzo, hanno nazionalità siriana. Nel 2021 erano ancora 8380. Il numero di siriani richiedenti asilo qui è stato inferiore lo scorso anno rispetto al picco precedente del 2015; poi erano 18.700.

Afgani (2.730) e turchi (2.685) sono stati i gruppi più numerosi di richiedenti asilo dopo i siriani lo scorso anno. Il numero di richiedenti asilo afgani è diminuito del 9%; il numero di domande turche è aumentato del 9% rispetto al 2021.

ucraini e russi

Oltre ai richiedenti asilo, alla fine di dicembre 2022 c’erano anche circa 87.000 sfollati ucraini registrati nei Paesi Bassi. Gli ucraini fuggiti dalla guerra non devono presentare domanda formale di asilo nei Paesi Bassi, perché rientrano nell’Unione europea Direttiva sulla protezione temporanea autunno. Questo sistema è ancora in vigore fino al 4 marzo 2024, con la possibilità di prorogarlo di un anno.

Da quando è scoppiata la guerra in Ucraina alla fine di febbraio, il numero di domande di asilo da parte di ucraini e russi è aumentato notevolmente. 1.060 persone di nazionalità ucraina hanno chiesto asilo, rispetto alle 70 del 2021. Si tratta principalmente di persone che non beneficiano di protezione ai sensi della direttiva europea. A 590, il numero di russi è quasi tre volte superiore a quello dell’anno precedente.

READ  Vaccino Astrazeneca stop in Australia, Bruxelles: "Blocca affinché l'azienda rispetti i contratti". Canberra: "L'UE rivede il divieto di esportazione"

PAPÀ

Rifugio di emergenza per i rifugiati in un sito di eventi a Biddinghuizen (nella foto, ottobre 2022)

Le statistiche dei Paesi Bassi riportano anche che 10.925 membri successivi della famiglia sono venuti nei Paesi Bassi l’anno scorso, circa 800 in più rispetto all’anno precedente. I seguenti familiari sono i familiari delle persone a cui è stato concesso l’asilo.

Lo scorso anno ha riguardato principalmente persone di nazionalità siriana (7.240) e turca (1.095). C’è stata una diminuzione del numero di familiari che viaggiano dall’Eritrea e dallo Yemen.

Il segretario di Stato Van der Burg voleva limitare temporaneamente l’afflusso di richiedenti asilo rinviando il ricongiungimento familiare. I familiari dei titolari dello status – richiedenti asilo che hanno ricevuto un permesso di soggiorno – sono stati autorizzati a venire nei Paesi Bassi solo sei mesi dopo l’approvazione del ricongiungimento familiare. Avevano il permesso di venire prima solo se il loro familiare aveva già ricevuto un alloggio nei Paesi Bassi.

Secondo i tribunali amministrativi, questa misura era contraria ai trattati internazionali. Il caso è ora in appello Consiglio di Stato, il massimo tribunale amministrativo, che dovrebbe pronunciarsi a metà febbraio. Nel frattempo, il provvedimento è stato sospeso e le domande di ricongiungimento familiare saranno trattate come di consueto.

Troppi pochi rifugi

A causa della mancanza di posti nei normali centri per richiedenti asilo, lo scorso anno il COA ha dovuto organizzare molti alloggi di emergenza. I comuni dovevano anche fornire sempre rifugi di emergenza. Quasi la metà di tutti i richiedenti asilo ora si trova in un rifugio temporaneo di emergenza (di crisi).

Un gran numero di contratti di alloggio scadrà la prossima primavera. Ad esempio, il rifugio di emergenza nell’area del festival a Biddinghuizen deve far posto a festival come Defqon1 e Lowlands.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *