A Bruxelles, un pesce d’aprile si è concluso molto male

Nel pomeriggio di giovedì 1 aprile, circa 2mila persone si sono riuniti in un grande parco pubblico a Bruxelles, in Belgio, per assistere a un concerto che in realtà era il primo di aprile. La manifestazione ha violato le restrizioni imposte dal governo per combattere la pandemia di coronavirus, secondo la quale si possono incontrare un massimo di quattro persone alla volta nei luoghi pubblici: per questo sono intervenute le forze dell’ordine che hanno disperso la folla con grande violenza.

Tutto è iniziato nelle ultime settimane quando una pagina Facebook aveva creato un evento chiamato “La Boum”, un festival musicale che si sarebbe tenuto l’1 e il 2 aprile nel parco Bois de la Cambre, a sud di Bruxelles, promettendo che ci sarebbero stati vari concerti con più di 100 dj e tre boschi.

L’evento in realtà non esisteva ed era uno scherzo del pesce d’aprile. Il fatto che il festival fosse fasullo era chiaro da giorni e il comune di Bruxelles ha detto che non aveva permesso alcun raduno e ha detto che avrebbe mandato la polizia sul posto per evitare la folla.

Tuttavia, giovedì pomeriggio almeno 2.000 persone si sono recate al Bois de la Cambre: alcuni dei partecipanti loro hanno detto sapendo che non ci sarebbe stata festa, ma che la loro presenza era una protesta contro le restrizioni imposte dal governo.

Già nel primo pomeriggio la polizia è intervenuta in tenuta antisommossa per evacuare i partecipanti. Intorno alle 17:00, la maggior parte dei presenti se n’era andata dopo che gli agenti erano intervenuti, ma alcuni sono rimasti in protesta e hanno iniziato a lanciare bottiglie e altri oggetti alla polizia.

La polizia ha reagito violentemente, secondo alcuni in modo eccessivo: sui social circolano video in cui, ad esempio, si vede l’accusa di un poliziotto a cavallo che calpesta un partecipante. In alcuni casi la polizia ha anche utilizzato cannoni ad acqua, gas lacrimogeni e spray al peperoncino.

La situation ne s’est calmée que dans la soirée, après 19h30: un porte-parole de la police a déclaré qu’au total quatre personnes avaient été arrêtées et que trois policiers avaient été blessés dans les affrontements. Entre-temps, le parquet de Bruxelles a ouvert une enquête pour savoir qui étaient les organisateurs de l’événement.

READ  Il corpo ritrovato nel bosco di Caronia è di Viviana Parisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *