Allergie, arriva la «stagione infinita». Oggi è possibile intervenire con terapie mirate

Allergie, arriva la «stagione infinita». Oggi è possibile intervenire con terapie mirate

Il 40% della popolazione italiana soffrirà di allergie entro il 2030, a causa dell’aumento delle temperature che anticipano e prolungano la stagione dei pollini. Secondo gli esperti, la rinite allergica colpirà tra il 35 e il 40% della popolazione entro quella data, e gli scienziati hanno lanciato un appello per mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici sulle malattie immunitarie.

È necessario un impegno globale per ridurre l’inquinamento e adattarsi alle nuove condizioni del pianeta, al fine di evitare conseguenze ancora più gravi per gli allergici. Questi ultimi dovrebbero prestare attenzione ai bollettini dei pollini e al meteo per evitare sintomi più intensi e pianificare un’immunoterapia specifica grazie alle analisi molecolari.

L’immunoterapia per le allergie ai pollini è efficace a lungo termine e può migliorare significativamente la qualità di vita delle persone affette. Tuttavia, è fondamentale gestire le allergie con l’aiuto di un medico specialista, evitando l’abuso di farmaci da automedicazione.

In conclusione, la lotta alle allergie è una sfida che coinvolge tutti, e solo con un impegno comune sarà possibile garantire una migliore qualità della vita per chi ne soffre.

READ  La dieta per abbassare il colesterolo: cibi consigliati e quelli da evitare - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *