Ecm: Schillaci avverte chi non è in regola rimarrà scoperto dalla tutela assicurativa in caso di contenzioso – Quotidiano Sanità

Ecm: Schillaci avverte chi non è in regola rimarrà scoperto dalla tutela assicurativa in caso di contenzioso – Quotidiano Sanità

Il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, ha rilasciato importanti dichiarazioni sull’importanza del decreto attuativo della Legge 24 per i professionisti sanitari. Il decreto stabilisce massimali minimi di garanzia per la copertura assicurativa del personale e delle strutture sanitarie, rendendo obbligatorio l’assolvimento dell’obbligo ECM per non rimanere scoperti in caso di contenzioso.

Schillaci ha definito il decreto come un atto di tutela che genera un meccanismo virtuoso per operatori sanitari e pazienti, confermando il legame tra l’obbligo formativo ECM e l’efficacia della copertura assicurativa. L’obbligo della formazione continua viene sottolineato come fondamentale per garantire prestazioni sanitarie di qualità e moderne.

Coloro che non saranno in regola con l’assolvimento dei crediti rischiano di rimanere scoperti dalla tutela assicurativa in caso di contenzioso, quindi è essenziale essere in linea con i requisiti stabiliti dal decreto. La nuova normativa mira a garantire la sicurezza e la qualità delle prestazioni sanitarie, promuovendo la formazione continua come baluardo per la tutela assicurativa dei professionisti del settore.

Il Ministro Schillaci ha ribadito l’importanza di rispettare le disposizioni del decreto per evitare qualsiasi tipo di rischio legato alla copertura assicurativa, enfatizzando il ruolo cruciale dell’obbligo ECM nell’assicurare la sicurezza e la tutela dei professionisti e dei pazienti del settore sanitario.

READ  Malattie cardiache, 8 fattori di rischio: anche lo smog nel nuovo elenco. Lo studio delluniversità Cattolica - ilmessaggero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *