Anche le cartelle dei pazienti di Reinier van Arkel sono state violate

Anche le cartelle dei pazienti di Reinier van Arkel sono state violate

I dati dei registri di 184 clienti delle organizzazioni di salute mentale Reinier van Arkel e Ypse a Den Bosch sono stati catturati nel principale hackeraggio delle cartelle cliniche all’inizio di questa settimana. Lo conferma la struttura sanitaria sul suo sito web. Tutti i clienti interessati sono stati informati dallo stabilimento. Non si sa esattamente di che tipo di dati si tratti.

Il furto di dati è avvenuto presso Carenzorgt, un portale clienti. Circa 9.000 organizzazioni sanitarie nei Paesi Bassi lo utilizzano per condividere cartelle cliniche digitali e dati personali. Nedap, lo sviluppatore di questo programma, ha segnalato l’hacking e da allora ha chiuso la fuga di informazioni, afferma Reinier van Arkel.

Posta
“Poiché è in gioco la privacy dei dati dei clienti, cosa di cui ci rammarichiamo profondamente, riteniamo che sia della massima importanza informare i clienti interessati il ​​prima possibile”, riporta Reinier van Arkel sul suo sito Web. . Tutti i clienti i cui dati sono trapelati hanno già ricevuto un’e-mail al riguardo alcuni giorni fa. Le persone che non hanno ricevuto un’e-mail possono presumere che i loro dati personali non siano stati divulgati.

A livello nazionale, migliaia di organizzazioni utilizzano Carenzorgt. All’inizio di questa settimana è stato annunciato il furto di documenti contenenti dati personali anche dalla struttura sanitaria di Het Laar a Tilburg. Non si sa quanti clienti feriti siano coinvolti. In totale, circa 250.000 clienti utilizzano Carenzorgt.

LEGGI ANCHE: Dati di anziani rubati dall’agenzia di assistenza hacker Tilburg

READ  Super fragile, vai alla vaccinazione con Moderna - Cronaca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *