KLM può contare sul ritorno dei viaggiatori d’affari? ‘Non sarà mai più lo stesso’

Se i dipendenti devono comunque viaggiare, il treno è più spesso preferito, precisa Bontes van Deloitte: “Non è più consentito volare a Bruxelles, Düsseldorf, Parigi o Londra all’interno della nostra compagnia. L’aereo interviene solo quando la distanza percorsa è maggiore di 700 chilometri o se il viaggio richiede molto tempo.

Vola in modo più sostenibile

Quando c’è ancora volo, è più spesso scelto classe economicacontinua Bontes: “Per un posto in business class puoi mettere tre sedie normali. In questo modo più persone possono salire sull’aereo”.

PwC fornisce informazioni sui dati sulla CO2, così dipendenti e clienti viaggiano di meno, spiega Wineke Haagsma, Direttore della Sostenibilità: “Possono vedere esattamente quanta CO2 può essere emessa per viaggio, in base al numero di persone che viaggiano, alla modalità di trasporto e alla presenza sono Azienda Dove economia viene rubato. Sicuramente ha un effetto sulle scelte di viaggio”.

Contatto fisico

Ma in molti casi il viaggio è ancora necessario, secondo Mols di ASML: “A volte il contatto fisico è essenziale, se devi far funzionare la macchina di un cliente, ad esempio, o se devi fare una presentazione al CEO di un importante cliente. . “

L’assicuratore ASR indica inoltre che non tutti i viaggi d’affari in aereo possono essere sostituiti dal treno. “Ci sono casi in cui il treno impiega troppo tempo, il che significa che i nostri dipendenti non si mantengono abbastanza in forma o che è impossibile programmare più appuntamenti in un giorno. Ovviamente non c’è treno per una destinazione come l’America”, ha affermato il portavoce Jordi van Baardewijk.

READ  Deposito sulle lattine dalla prossima settimana, "operazione incredibile"

Futuro incerto per Air France-KLM

“Potrebbero esserci segmenti che viaggiano di meno”, afferma il direttore di KLM Pieter Elbers, “ma diversi tipi di viaggiatori tornano da loro. Secondo Elbers, più viaggiatori per piacere optano anche per più spazio e intimità nel business class.

La riduzione del numero di passeggeri d’affari sarà infatti in parte compensata dalla crescita organica, prevede l’economista dell’aviazione De Haan. “Perché l’aviazione è in continua crescita. C’è molta richiesta nei paesi prosperi”. Ma non è chiaro fino a che punto tale crescita possa essere raggiunta, date tutte le questioni ambientali intorno a Schiphol, riconosce De Haan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *