Anche le compagnie energetiche non sanno come dovrebbero pagare la bolletta le famiglie

Anche le compagnie energetiche non sanno come dovrebbero pagare la bolletta le famiglie

Mercoledì i membri della Camera dei rappresentanti saranno informati sulla carenza di energia nelle famiglie olandesi da esperti del settore energetico.  Da sinistra Ben Woldring di Gaslicht.com, Bram Drewes di Vattenfall e Ron Wit di Eneco.  Immagine di Arie Kievit per il Volkskrant

Mercoledì i membri della Camera dei rappresentanti saranno informati sulla carenza di energia nelle famiglie olandesi da esperti del settore energetico. Da sinistra Ben Woldring di Gaslicht.com, Bram Drewes di Vattenfall e Ron Wit di Eneco.Immagine di Arie Kievit per il Volkskrant

Gli esperti autorizzati a dire ai parlamentari mercoledì pomeriggio come alleviare la carenza di energia tra le famiglie olandesi lanciano l’allarme. Il direttore del Nibud, Arjan Vliegenthart, inizia con l’annuncio che il suo istituto di bilancio è attualmente “sbattuto e inviato via e-mail” da olandesi sconvolti che alla fine del mese hanno ancora una bolletta energetica insoddisfatta. “Parte di esso è un gruppo diverso rispetto alle persone con cui parliamo normalmente. Questo è un gruppo non abituato allo stress finanziario, ma ora sta lottando per sbarcare il lunario per la prima volta da anni.

Inoltre, ci sono clienti Nibud regolari che da tempo lottano per sbarcare il lunario. Nibud ora ha poco da offrire a questo gruppo, poiché i suggerimenti per il budget e il risparmio offerti dall’istituto sono stati applicati a queste persone per molto tempo. Non ce la fanno più. Vliegenthart stima che un terzo di tutte le famiglie olandesi resterà senza soldi nei prossimi mesi a causa dell’aumento dei prezzi dell’energia.

Quindi i fornitori di energia appendono al campanello di emergenza. Ron Wit, direttore della transizione energetica di Eneco, riferisce che duemila clienti preoccupati e disperati sono online ogni giorno. Un quarto dei clienti Eneco è in mora, due terzi dei quali con più di 1.000 euro di mora. Bram Drewes, Direttore della Customer Experience di Vattenfall: “Sono nel settore dell’energia da 22 anni, ma non ho mai sperimentato nulla di simile. Il numero delle chiamate è raddoppiato. Al nostro servizio clienti, a volte aspettano 700 clienti.’

READ  Questo è ciò che si merita un impiegato del parco | Opera

Grossa somma da pagare

Drewes avverte i parlamentari che c’è ancora la calma prima della tempesta, poiché molti consumatori di energia hanno problemi solo quando viene pagata la bolletta finale. “Circa il 10% dei nostri clienti limita deliberatamente i pagamenti mensili perché si adatta al loro budget. Queste persone continuano a pagare correttamente il conto e quindi non sono nella foto come persone in cerca di aiuto. Ma questo gruppo presto dovrà pagare una somma enorme.

Al termine della tavola rotonda, due assessori attaccano il governo centrale. Secondo loro, si tratta solo di “attaccare cerotti” e si rifiuta di vedere la povertà come un problema strutturale. Peter Heijkoop, Assessore di Dordrecht: “Povertà alimentare, povertà mestruale e ora di nuovo povertà energetica: si tratta della stessa cosa: non riuscire a far quadrare i conti. Il governo centrale deve fare qualcosa di strutturale per migliorare la sicurezza sociale. I comuni non possono continuare a mantenersi da soli, la base deve essere in ordine.

Quindi il problema è chiaro, ma non qual è la soluzione migliore. L’agenzia di ricerca CE Delft ha esaminato sei possibili rimedi per conto di Eneco. Questi vanno da un supplemento per l’energia per le 800.000 famiglie a basso reddito a una tariffa energetica ridotta o un rimborso maggiore dell’imposta sull’energia per lo stesso gruppo. Altre opzioni prese in considerazione da CE Delft sono un assegno energetico legato all’indennità sanitaria (che va a beneficio di 4,7 milioni di famiglie) o un aumento del rimborso dell’imposta forfettaria per tutte le famiglie.

Solo le ultime due misure sono realizzabili a costi inferiori per il governo, spiega il direttore Frans Rooijers. Aumentare l’allocazione energetica solo per i lavoratori a basso reddito (questo gruppo ha già ricevuto un sussidio di 1.300 euro) richiede molta capacità dai comuni. Inoltre, non aiuta le famiglie appena al di sopra della soglia del basso reddito, mentre le esigenze di pagamento in questo gruppo stanno aumentando rapidamente. Lo svantaggio di un aumento del rimborso delle tasse per tutti gli olandesi è che anche le famiglie che non hanno bisogno di aiuto ne traggono vantaggio. Con 12,8 miliardi di euro all’anno, questa soluzione è anche scandalosamente costosa.

Prezzo massimo per le famiglie

Secondo Rooijers, la proposta di GroenLinks e PvdA di fissare un prezzo massimo per i primi 1.500 metri cubi di gas e 3.300 kilowattora di elettricità consumati da una famiglia equivale a un aumento del rimborso forfettario dell’imposta sull’energia. Il deputato Henri Bontenbal (CDA) dubita che questo piano sia fattibile, perché il governo dovrebbe quindi risarcire le compagnie energetiche per la perdita di reddito. Il calcolo di questa compensazione è complicato.

L’estensione dell’indennità sanitaria a un’indennità energetica sembra quindi essere la soluzione migliore tra la gamma di opzioni di CE Delft. Ma il governo vuole che le compagnie energetiche facciano parte della soluzione; dopo tutto, stanno realizzando grandi ‘profitti in eccesso’, grazie ai prezzi elevati dell’energia. Le compagnie energetiche affermano di essere pronte a istituire un fondo di emergenza per i poveri di energia, ma l’importo che vogliono stanziare rimane poco chiaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *