Astrazeneca, l’atteggiamento da leader: così Draghi mette ordine

Il presidente del Consiglio si è comportato da leader, cambiando postura, attaccandosi troppo velocemente a lui, a capo di una coalizione eterogenea, e quindi costretto a usare costantemente la fionda per alleviare le diverse esigenze delle parti. Che ora sono costretti a gareggiare con un protagonista che perde un po’ il profilo del responsabile tecnico del Paese e basta.

La serietà del Paese poggia sulla reputazione del presidente del Consiglio, anche quando lascia alla sua squadra alcune piccole delegazioni, ad esempio sulla pandemia.

Nelle ultime ore sono successe due cose inaspettate. Una è che il Ministro della Salute si sia messo in confusione, con il CTS (Comitato Tecnico Scientifico), inebriando la comunicazione, già carente e contraddittoria, sulla seconda dose per chi – sotto i 60 anni – aveva precedentemente ricevuto AstraZeneca. Il ministro è stato rapido: decide solo lo Stato, non dalla A alla Z. Anche quando i cittadini dicono di non voler mischiare vaccini diversi. L’effetto dell’ordine apodittico fu la diminuzione dell’attività nei punti di amministrazione. Il presidente del Consiglio ha corretto il suo ministro, lo ha fatto con lui al suo fianco e affidandosi al generale Figliuolo. Messaggio chiaro, la linea è unica. Altri Presidenti del Consiglio si sarebbero limitati a una dichiarazione equilibrata.

La seconda è che nel presidente del Consiglio è apparsa un’espressione cupa accompagnata da una frase brusca, forse mai come questa. Draghi si è comportato da leader, cambiando postura, attaccandosi troppo velocemente a lui, da leader di una coalizione eterogenea, e quindi obbligato ad utilizzare costantemente la fionda per sopperire alle diverse esigenze delle parti. Che ora sono costretti a gareggiare con un protagonista che perde un po’ il profilo del responsabile tecnico del Paese e basta. Sembra che non sia più così. Pizzicando in pubblico il ministro Speranza, lo ha salvato dal logorio del centrodestra, ma ha fatto capire che il comando è fermo e abbraccia inequivocabilmente la sua persona.

READ  La perseveranza invia altri suoni di Marte

Manca solo una domanda. Una breve dichiarazione sulle mascherine da esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *