Benetton: Edition, cambio al vertice, Laghi sarà presidente – Economy

Cambio al vertice di Edizione, la cassaforte della famiglia Benetton. Enrico Laghi sarà il nuovo presidente della società, in sostituzione di Gianni Mion, con il mandato “di supportare il consiglio nel perseguimento e consolidamento di un processo di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale”. La decisione, resa nota in serata, conferma le indiscrezioni diffuse ieri sul possibile arrivo degli ex commissari Ilva e Alitalia anche con l’obiettivo di facilitare la soluzione del dossier Aspi (controllata da Atlantia, di cui Edizione possiede il 30,25% tramite Sintonia), con scadenza il 30 novembre la nuova offerta CDP con i fondi Macquarie e Blackstone.

Laghi, la cui nomina a amministratore e presidente del consiglio sarà formalizzata dall’assemblea dei soci entro il 30 novembre, avrà lo specifico mandato “di supportare il consiglio nel perseguimento e nel consolidamento un processo di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale “. Gli saranno attribuiti poteri in termini di “supervisione strategica e coordinamento” dei principali progetti e pratiche aziendali; il processo funzionale di rinnovamento e rafforzamento della strategia sociale; rapporti tra la società e le sue controllate o collegate nonché i rapporti esterni della società; relazioni istituzionali e comunicazione esterna. “Si tratta di una chiara scelta tecnica, a favore di un professionista con un forte approccio istituzionale, che gode della piena fiducia di tutti i membri della famiglia e del consiglio di amministrazione”, afferma Edition, spiegando che il La nomina di Laghi guiderà inoltre l’azienda verso “la futura individuazione di una figura manageriale in grado di supportare l’azienda nel lungo periodo”. Con questo cambio si dimette Mion, storico direttore della Benettons, confermato a luglio presidente ma senza poteri esecutivi, in attesa di trovare un nuovo annuncio, Mion interrompe le sue funzioni di amministratore e presidente “di comune accordo” con l’azienda, che gli rivolge “un ringraziamento speciale per una lunga collaborazione iniziata nel 1986 e (salvo interruzione tra il 2016 e il 2019) è proseguita fino ad oggi”.

READ  Il vaccino Astrazeneca in Danimarca estende la sospensione. La Spagna ha ripreso ieri il dosaggio con un limite di 65 anni

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA