Camilleri si dimette, in Ferrari riparte il successore toto – Mondo Auto

Il dimissioni improvvise di Louis Camilleri hanno scosso l’ambiente Ferrari: l’ormai ex amministratore delegato della casa automobilistica di Maranello ha deciso di lasciare il suo incarico “per motivi personali”. Per ora il suo posto è stato preso da John Elkann, il presidente del Cavallino Rampante, che ricoprirà questo ruolo ad interim, quindi è facile pensare che presto lo sarà la Ferrari. nominare un nuovo CEO, visto che gli impegni dell’azienda nel settore automobilistico fino al 2021 sono numerosi e che non c’è tempo da perdere.

Ferrari, Elkann: “Orgoglioso del management di Camilleri”

E se il successore a pieno titolo è già uscito dai banchi della sede di Maranello: sono diversi i nomi all’esame del management Ferrari che potrebbero prendere il posto del uscente Camilleri. Uno di questi è quello di Davide Grasso, che è stato COO di Maserati dallo scorso settembre. Ferrari è fermamente impegnata ad assumere una personalità che da diversi anni si trascina nel mondo automobilistico: tra i tanti compiti del nuovo amministratore delegato della casa automobilistica Maranello, non sarà solo quello di curare la gestione sportiva del marchio, ma anche per concentrare le risorse nel settore della produzione stradale e tenere d’occhio performance del mercato azionario. Nel ruolo di COO di Maserati, ricordiamo che Grasso cura i risultati commerciali e finanziari e l’andamento del marchio a livello operativo nei diversi mercati del mondo.

Chi sono i membri del Consiglio di Amministrazione Ferrari

Ovviamente Grasso non è l’unico nome che Ferrari sta prendendo in considerazione. Secondo le ultime indiscrezioni riportate da Sky Sport infatti, il ruolo di amministratore delegato dell’azienda di Maranello potrebbe essere ricoperto da Alfredo Altavilla. Una scelta che potrebbe certamente ricadere su di lui per le sue capacità, ma anche per il rapporto che l’ex manager Europa del gruppo FCA vantava con Sergio Marchionne prima della sua morte (era il suo braccio destro a capo del gruppo italo-americano). Per il momento non si sta divulgando nessun altro nome che, sicuramente, sarà sotto la lente d’ingrandimento del board Ferrari: aumenta l’attesa per la nomina di un nuovo amministratore delegato.

READ  Nel Regno Unito, la variante Delta con una prevalenza del 90%. "Su tutti i 42 decessi, 12 erano stati vaccinati"

FP | Andrea Trezza

TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *