Caso Fedez, oggi Di Mare si difende nella sorveglianza Rai – Cronaca

Oggi, 5 maggio, la Commissione di Vigilanza Rai ascolterà il direttore di Rai3 Di Mare sulla vicenda Fedez. Nel frattempo, un murale è apparso per strada accanto alla sede principale della televisione pubblica, con il rapper a cavallo che simboleggia l’attività. Salvini: “Pronto a parlare con il rapper, ma non risponde”. Bombardieri: “Stiamo parlando di lui e non di lavoro”. Intanto il premier Draghi apre il dossier sulle nomine Rai, ma senza fretta.

Il direttore di Rai3, Franco Di Mare, sarà ascoltato mercoledì 5 maggio alle 19 in seno al Consiglio di Sorveglianza della Rai. L’udienza d’urgenza è stata decisa dal presidente del bicamerale, Alberto Barachini, dopo il caso Fedez e le accuse di censura mosse dal rapper alla televisione pubblica.

Fedez addomestica il cavallo della RAI. Questo è il murale apparso di notte in via Podgora, a Roma, la strada che costeggia le principali sedi della televisione pubblica. L’opera, che porta la firma dello street artist Harry Greb, si intitola “Non è la Rai” e rappresenta il rapper in sella al cavallo simbolo della Rai, sul quale sono stampate le frasi tratte dal suo intervento sul palco del 1 ° maggio: dl Zan, fermare l’omofobia, la censura della televisione pubblica e i diritti dei lavoratori.

In mattinata il deputato del Pd Alessandro zan, autore del disegno di legge anti-omofobia in discussione al Senato, in diretta su RTL 102.5 all’interno di Non Stop News, ha dichiarato: “Penso che chieda in anticipo un artista, che si esibisca sul palco del 1 maggio che è la scena dei diritti per eccellenza , il suo discorso poi ha tentato di censurarlo, non è un bene del servizio pubblico, motivo per cui è giusto che ci sia un chiarimento anche all’interno della commissione sorveglianza e avrei sperato in scuse maggiori. perché non l’ha fatto farci bella figura, spero che queste cose non succedano più, in un Paese civile e avanzato come l’Italia non può esserci alcuna forma di censura “.

READ  Jo Squillo nella tempesta per il viaggio alle Maldive: "non ho fatto niente di male"

Sono pronto per la resa dei conti con Fedez, con o senza telecamere, per parlare di futuro, diritti, arte, musica, nella sua soffitta, in un ristorante in autostrada. Al momento non c’è risposta. Comunque ci sono altre emergenze in Italia, penso alla ragazza morta ieri in fabbrica ”, ha detto il leader della Lega. Matteo salvini, parla con i giornalisti.

IL FATTO E LE CONTROVERSIE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *