chi sono Valentina Rodini e Federica Cesarini- Corriere.it

di Gaia Piccardi, inviata a Tokyo

La squadra dei laureati: uno di Cremona, l’altro di Cittiglio. Ora che siamo in pace, questa medaglia arriva come una liberazione. Bronzo agli uomini

L’oro mancante era necessario, era diventato indispensabile per ridare vigore a una classifica di medaglie. Due ragazze intraprendenti stanno pensando di dare una ventata di freschezza all’Italia, che sul bacino dell’idrovia Sea Forest non hanno paura di riportare negli annali del canottaggio la gara della vita: Valentina Rodini e Federica Cesarini sono oro nel doppio leggero , in 6’47”54 conquistano la medaglia più preziosa davanti a Francia (+0”14) e Olanda (+0”49).

oro storico: il primo nel canottaggio femminile italiano alle Olimpiadi, ventuno anni dopo il trionfo di singolo di Sydney nel 2000. Sapevo che sarebbe stata molto dura – ha detto Valentina – ma Federica è stata molto brava a gestire la gara. Ora posso dire di essere in pace – la risposta del compagno – questa medaglia arriva come una liberazione.
Cinque barche in un fazzoletto d’acqua dall’inizio della regata, l’Italia terza a 1.500 metri, Valentina e Federica sembrano addirittura dietro al podio quando la Romania fa un passo indietro, ma la corsa finale delle ragazze italiane per portare la punta dell’arma azzurra al traguardo, seconda medaglia azzurra della giornata di canottaggio dopo il bronzo di Stefano Oppo e Pietro Willy Ruta nel doppio peso leggero maschile. Valentina, la 26enne bionda cremonese, ha ottenuto il suo pass per Tokyo con Federica vincendo la finale B all’ultimo Mondiale, laureata in marketing e aveva già partecipato ai Giochi di Rio ma con un’altra compagna. Federica compirà 25 anni il 2 agosto, il regalo più bello se è già stato fatto: da Cittiglio, alla sua prima esperienza olimpica, si è laureata in scienze politiche con una tesi sui Giochi Olimpici.

READ  Con divieti e zone rosse, miglioramenti dalla prossima settimana

Della ciurma di laureati, chiusi nella bolla nella bolla dopo la positività del compagno di squadra Bruno Rosetti al Covid (situazione oggettivamente complicata, che ha costretto i tecnici a rivedere gli equipaggi e non ha portato serenità in mezzo), la sorpresa che sveglia l’Italia nel cuore della notte, riportando la riga blu in cima al mondo.
oro da Valentina e Federica per portarci in ascensore fino al medagliere. Non aveva mai avuto più oro in bocca.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità di Tokyo 2020, iscriviti alla newsletter gratuita dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020. Arriva nella tua casella di posta ogni giorno per tutta la durata dell’evento. Basta cliccare qui.

29 luglio 2021 (modificato il 29 luglio 2021 | 05:09)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *