Cinque domande su Google portate in tribunale da Jort Kelder |  Finanziario

Cinque domande su Google portate in tribunale da Jort Kelder | Finanziario

Cinque domande su Google portate in tribunale da Jort Kelder |  Finanziario

Perché Google è l’imputato?

Google è la società che agisce come una sorta di intermediario tra inserzionisti ed editori di siti web, come Mediacourant.nl, Buienradar.nl e Nu.nl. Funziona così: l’inserzionista fornisce a Google il testo dell’annuncio e le foto e indica quale gruppo target deve essere raggiunto. Google si assicura quindi che l’annuncio venga visualizzato sul sito Web corretto.

Jort Kelder viene in tribunale ad Amsterdam.

Jort Kelder viene in tribunale ad Amsterdam.

Ma poiché Google non verifica correttamente chi siano gli inserzionisti, i criminali possono anche inserire annunci pubblicitari, con i quali i consumatori vengono poi truffati.

Perché Jort Kelder è così arrabbiato?

In molte pubblicità false di criminali viene mostrata una foto di Jort o viene menzionato il nome del noto presentatore televisivo. Inoltre, gli annunci sono “mascherati” da articoli di notizie e quindi non sono facilmente riconoscibili come un messaggio pubblicitario.

I consumatori sono quindi indotti in errore e possono essere successivamente vittime di frodi. Kelder: “Oggi ero in tribunale con un ex pompiere di 82 anni che ha perso 35mila euro, tutti i suoi risparmi. Google lo guadagna al secondo.

Google non fa nulla al riguardo?

Sebbene l’avvocato di Google abbia affermato durante l’udienza che la società sta “lavorando duramente per fornire una rete pubblicitaria pulita”, i documenti di Google per questa causa hanno mostrato che negli ultimi anni ha distribuito 2.559 annunci pubblicitari di truffatori di bitcoin in cui immagini o nomi di Jort e gli altri denuncianti sono stati mostrati.

Questo è un quarto di tutti gli annunci falsi con i nomi dei denuncianti inviati a Google. Gli altri sono stati banditi con successo.

Perché Google non interrompe semplicemente questi annunci?

READ  obbligo di vaccinazione per i dipendenti presenti - Corriere.it

L’azienda tecnologica guadagna un sacco di soldi distribuendo annunci pubblicitari su circa 35 milioni di siti Web e app in tutto il mondo. Quando un consumatore fa clic sull’annuncio, l’inserzionista lo paga a Google, che quindi paga una piccola parte al proprietario del sito web. Alphabet, la società madre di Google, realizza profitti per 1 miliardo di dollari ogni settimana.

Matthijs Kaaks, l’avvocato di Kelder, ha accusato il giudice che Google avrebbe guadagnato $ 20 milioni solo in udienza. “I risparmiatori ignari vengono sacrificati all’avidità finanziaria di un gigante tecnologico americano”, urlò Kelder.

Come stanno andando le cose adesso?

La corte deciderà su questo caso a metà maggio. Kelder non ha ancora finito, poiché la prossima settimana presenterà una causa simile contro Twitter. Gestisce anche annunci falsi in cui il suo nome e la sua foto vengono utilizzati in modo improprio. In precedenza, John de Mol ha intentato una causa simile contro Facebook. Ciò ha portato a un accordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *