‘Confine temporaneamente chiuso ai richiedenti asilo’ |  Quello che dici

‘Confine temporaneamente chiuso ai richiedenti asilo’ | Quello che dici

Il ministro Hugo de Jonge crede di poter risolvere le situazioni caotiche del centro di accoglienza di Ter Apel, collocando i 14mila aventi diritto, che sono ancora costretti a vivere nei centri di accoglienza per richiedenti asilo per mancanza di alloggi sociali, nei comuni di tutto il Paese.

A tal fine è stata inviata una lettera ai sindaci interessati con una richiesta urgente (non ancora vincolante) di mettere a disposizione degli aventi status 1 alloggio disponibile in affitto sociale su 10. A quanto pare De Jonge non ha ancora capito che la nuova costruzione di 100.000 case all’anno è un’utopia. Per creare più spazio per l’afflusso di nuovi richiedenti asilo, è urgente accoglierli al più presto.

Solo il mercato immobiliare è attualmente così teso che sarà laborioso realizzare questo piano a breve termine. Inoltre, l’afflusso quotidiano di nuovi richiedenti asilo è così grande che c’è da temere che si perpetui così il problema del mancato collocamento dei titolari di status in alloggi in affitto.

Alors brisez ce cercle vicieux et fermez temporairement les frontières pour les nouveaux demandeurs d’asile et concentrez-vous uniquement sur le problème existant des 14 000 titulaires de statut et accélérez l’expulsion des demandeurs d’asile, qui n’ont rien à faire qua. e causare solo guai. Perché siamo solo un piccolo paese e non possiamo sopportare la miseria del mondo intero.

Frans Boomer, Nieuwegein

READ  Nuova Toyota Rav4 Hybrid Black Edition, il SUV si veste di nero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *