Contributi non rimborsabili, al netto dell’esclusione dei professionisti prima del DL Sostegni

Contributi a fondo perduto, l’Agenzia delle Entrate ravviva i riflettori sull’esclusione degli audioprotesisti dai beneficiari prima del DL Sostegni. Gli elementi da considerare nella risposta alla domanda n ° 264 del 19 aprile 2021, che dissipa i dubbi di una guida turistica, che intende beneficiare del provvedimento previsto dal decreto di agosto per le attività dei centri storici.

Contributi a fondo perduto, l ‘Agenzia delle Entrate riaccende i riflettori sulla netta esclusione di professionisti prima Annunci presentato da Decreto di sostegno.

La barriera totale all’ingresso è stata ormai superata con l’annuncio dell’ultimo provvedimento di emergenza, ma ha riguardato anche la formula prevista dall’art Decreto di agosto per ripristinare il file attività economiche e commerciali nei centri storici.

Ciò è confermato ancora una volta dalAgenzia delle Entrate con il risposta alla domanda numero 264 del 19 aprile 2021 che scioglie i dubbi di una guida turistica, ansiosa di approfittarne.

Agenzia delle Entrate – Risposta alla richiesta numero 264 del 19 aprile 2021
Articolo 59 del decreto-legge 104 del 14 agosto 2020. Contributo a fondo perduto per attività economiche e commerciali nei centri storici: guida turistica.

Contributi a fondo perduto, esclusione dei professionisti prima del DL Sostegni

Il protagonista è un contribuente, titolare di partita IVA che svolge attività di guida

turistico
ed è registrato in elenchi delle guide autorizzate nella Regione in cui lavora a tempo pieno.

Si rivolge all’Agenzia delle Entrate per verificare la possibilità di beneficiare del contributi a fondo perduto previsti dall’articolo 59 del decreto agosto evidenziando alcuni aspetti:

  • poiché opera in a Vecchia città e ha avuto un fatturato inferiore ai due terzi del fatturato realizzato a giugno 2019, stima di possedere i requisiti richiesti;
  • si fa riferimento a“Attività commerciali” e per quanto riguarda il calcolo del contributo si parla anche di fresco;
  • non è chiaro come individuare il file requisito territoriale, indispensabile per le guide turistiche attive, soprattutto online;
  • non esiste un elenco di codici ATECO fare riferimento per essere sicuri di poter beneficiare delle somme stanziate.
READ  orari più lunghi e ristoranti attivi

Con il risposta alla domanda numero 264 del 19 aprile 2021, Dai Veto Agenzia delle Entrate:

<< Premesso che l'articolo 59 (del decreto-legge del mese di agosto) di cui al primo comma riconosce il contributo a fondo perduto ai soggetti che svolgono attività commerciale, nel momento in cui un lavoratore autonomo o libero professionista, come come guida turistica, è esclusa dall'applicazione dell'articolo 59 del commento ".

L ‘esclusione totale elimina ogni ulteriore dubbio sulla sede legale e sui codici ATECO.

Contributi a fondo perduto, professionisti esclusi da tempo: via libera con DL Sostegni

Fino all’approvazione di Decreto di sostegno una Marzo 2021, In realtà io professionisti sono sempre rimasti all’esterno del pubblico dei destinatari di contributi a fondo perduto inizialmente previsto dal decreto revival poi riproposto e confermato in varie forme dalle altre misure di emergenza.

La legislazione stabilita un’esclusione chiara e chiara.

Nel giustificare la propria risposta, l’Agenzia delle Entrate sintetizza specificatamente le principali caratteristiche del contributi a fondo perduto presentato daarticolo 59 del decreto di agosto e sottolinea che la misura di sostegno è rivolta alle persone “Esercizio di attività commerciali di vendita di beni o servizi al pubblico” con quanto segue condizioni:

  • attività svolte in centri storici di capoluoghi di provincia o città metropolitane ad alta densità di turisti stranieri;
  • un fatturato a giugno 2020 inferiore ai due terzi dell’importo del fatturato e dei pagamenti effettuati durante il corrispondente mese del 2019.

Il contribuente che chiede chiarimenti all’Agenzia delle Entrate è una guida turistica che sostiene la possibilità di beneficiare della sovvenzione nel caso in cui lavoro svolto in autonomia può essere assimilato ad un’attività commerciale, anch’esso basato su Guida alla definizione delle PMI della Commissione Europea.

READ  DL sicurezza: via libera in Cdm al nuovo decreto sull'immigrazione. Condanne fino a 7 anni per chi facilita i detenuti sotto il 41 bis

Inoltre, il documento specifica che il fileambito soggettivo deve essere identificato facendo riferimento a definizioni contenute nel codice civile ai fini civilistici e in TUIR ai fini fiscali:

  • quando ilAttività commerciali a cui dobbiamo fare riferimentoarticolo 2082 del codice civile che definisce proprietario della compagnia “Coloro che svolgono professionalmente un’attività economica organizzata con l’obiettivo di produrre e scambiare beni o servizi”;
  • Quando si tratta di lavoratore autonomo si fa riferimento aarticolo 2222 cc descrivendo il lavoratore autonomo come quello che “Si impegna a svolgere un lavoro o un servizio dietro retribuzione, principalmente con il proprio lavoro e senza subordinazione al cliente”.

In particolare, l’Agenzia delle Entrate ricorda il definizione di guida turistica da considerare per controllare il file possibilità di beneficiare di contributi a fondo perduto: l’attività assume la forma di “I servizi di natura intellettuale o tecnica che non danno luogo ad alcuna organizzazione commerciale e la relativa remunerazione rappresentano prestazioni professionali svolte senza alcun vincolo di subordinazione e non riconducibili alla sfera di attività commerciali o ausiliarie della stessa”.

Non c’è dubbio sulla chiara esclusione. In tutti i casi, come sottolinea l’Agenzia delle Entrate, per le guide turistiche Decreto di risveglio con l’articolo 182 prevedeva a misura specifica di sostegno economico. E nel frattempo, invece, il Decreto di sostegno ha aperto le porte di nuovi contributi a fondo perduto anche a professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *