Convention, serata di Kamala Harris. I democratici schierano Barack Obama, Hillary Clinton ed Elizabeth Warren

Convention, serata di Kamala Harris. I democratici schierano Barack Obama, Hillary Clinton ed Elizabeth Warren

È la sera del Kamala Harris. Ma anche la sera del Barack Obama. Il terzo giorno della convention “virtuale” a Milwaukee – dove a Milwaukee è praticamente lì solo la regia dell’evento – è ricca di importanti protagonisti. Oltre a Harris e Obama, anche la grande sconfitta del 2016, Hillary Clinton. E l’altro grande rappresentante della sinistra progressista del partito, Elizabeth Warren.

rappresentante

rappresentante

Saranno probabilmente i discorsi di questi 4 protagonisti – e il modo in cui si integreranno – a dare l’idea del significato politico delle elezioni del 3 novembre, ma anche del futuro del Partito Democratico. Il probabile futuro candidato 2024 (Harris, se Biden vince e non cerca il bis); il grande presidente che tutti i Democratici lo farebbero ancora, colui che sa far sognare (Obama); l’establishment del partito (Clinton); l’ala progressista (Warren, anche se probabilmente l’erede di Sanders ormai è più Ocasio Cortez del senatore del Massachusetts).

Obama: “Trump ha fallito e le conseguenze sono dure”

L’ex presidente Barack Obama è stato molto duro con il suo successore Donald Trump. “Ero seduto nell’ufficio ovale con entrambi gli uomini che corrono per la presidenza – si legge nelle anticipazioni del discorso – non mi sarei mai aspettato che il mio successore avrebbe abbracciato la mia visione o avrebbe continuato la mia politica”.

Obama continua: “Speravo, per il bene del Paese, che Donald Trump mostrasse un certo interesse a prendere sul serio il lavoro; che arrivasse a sentire il peso del ruolo e scoprire un po ‘di rispetto per la democrazia che gli è stata affidata. a lui … Ma non l’ha mai fatto. Non ha mostrato alcun interesse a impegnarsi nel suo ruolo; nessun interesse a cercare punti in comune; nessun interesse a usare il grande potere del suo ruolo per aiutare qualcuno diverso da se stesso o dai suoi amici; nessun interesse a trattare il presidenza come qualcosa di più di un reality show da utilizzare per ottenere l’attenzione che desidera ardentemente “.

READ  Di Maria sputa. Brawl in finale

“Donald Trump non è migliorato nel suo lavoro perché non può. E le conseguenze di questo fallimento sono disastrose. 170.000 americani morti. Milioni di posti di lavoro persi. I nostri peggiori impulsi sono stati liberati, la nostra orgogliosa reputazione nel mondo è gravemente diminuita e la nostra. istituzioni democratiche minacciate come mai prima “.

Vivi dalla convention, notte dopo notte

Convention Dem, secondo giorno: tra gli endorsement di Carter e Clinton, Biden si candida ufficialmente. E sua moglie Jill indica i cuori degli elettori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *