Covid, ristoranti ancora in crisi a Natale 2021

Gli italiani temono il contagio. Con l’arrivo del nuovo variante Omicron, infatti, nemmeno il Pass verde e la sua versione migliorata, il Eccellente Pass verde, sembrano rassicurare i nostri connazionali. Che ha iniziato a cancellare le prenotazioni dei ristoranti con l’avvicinarsi delle vacanze di Natale.

Il spiegato fipe, la Federazione Italiana Imprese Pubbliche Confcommercio, che riunisce gli operatori della ristorazione e dello spettacolo, ha annunciato che il 25 dicembre è previsto 500.000 clienti in meno purché.

Molti ristoranti aprono a Natale, ma aumentano le cancellazioni causa Covid

E questo nonostante l’apertura festosa dell’aldilà 76mila espositori, o il 64,1% attività che forniscono cibo. Percentuale simile a quella dei ristoratori che vedono positivamente le prossime festività.

Almeno passeranno il Natale fuori casa 4,4 milioni Italiani, anche se iniziano ad arrivare le prime cancellazioni, registrate da 4,4% imprenditori. Il costo previsto per le cene sarà comunque 266 milioni di euro.

Una cifra molto inferiore a quella registrata in 2019, prima della pandemia di Covid a preoccupare clienti e ristoratori, e prima delle misure di contagio adottate dai governi Conte bis e Draghi.

Ma non è solo la possibilità di contrarre il virus a spaventare gli italiani. Quasi la metà dei ristoratori intervistati da Fipe, lui 48,1%, prevede un impatto significativo del Green Pass sulle prenotazioni. il 12,4% preferisce invece non perdere l’equilibrio.

Vale solo il mese di dicembre dieci% di fatturato annuo, e per questo l’attenzione è massima. Nel 2019 la collezione è stata 8.8 miliardi dell’euro. Nel 2021 dovrebbe arrivare in solitaria 7,1 miliardi dell’euro.

Una flessione del 19,4%, che risente anche della minore presenza di turisti stranieri. Ma non solo. Quest’anno sono ancora meno eventi aziendali, quindi ci sono state molte cancellazioni.

READ  Fondi persi, come e quando agire in caso di richiesta respinta

Quanto spendono gli italiani a Natale: i prezzi del menù delle feste

Il dato positivo, però, è che gli italiani sono disposti a spendere di più nel 2021 rispetto al 2019. Il menu medio delle feste scende da 56 euro a persona a 60 euro in media.

Questi sono i dati di ristorazione raccolti da Fipe in merito alle carte ristorazione in merito al fasce di prezzo Pranzi e cene di Natale.

  • Il 13,7% dei ristoranti si terrà sotto il 40 Euro.
  • Il 42,7% dei ristoranti presenterà i conti tra 40 e 60 euro.
  • Il 43,6% dei ristoranti avrà un account in media A seguire insalata.

La maggior parte degli espositori, il 78,8%, ne ha scelto uno prezzo fisso, con il 44,7% che include anche il bevande.

Vi ricordiamo che per consumare i pasti nei ristoranti e bar interni è necessario esibire il Ottimo passaggio verde. Qui dove è necessario. Le restrizioni potrebbero aumentare per quelle regioni che a Natale rischiano la zona gialla. Ti abbiamo parlato ecco nuove regole per la zona colore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *