Nel settore sanitario la spesa dei lavoratori autonomi aumenta notevolmente |  Economia

Nel settore sanitario la spesa dei lavoratori autonomi aumenta notevolmente | Economia

A causa della carenza di personale nel settore sanitario, i costi di assunzione di lavoratori temporanei e liberi professionisti sono aumentati notevolmente lo scorso anno. I costi del personale esterno rappresentano una quota sempre più ampia dei costi totali del personale, secondo i nuovi dati di Statistics Netherlands giovedì.

I quattro maggiori settori sanitari (assistenza domiciliare e infermieristica, assistenza ospedaliera, assistenza per la salute mentale e assistenza alla disabilità) hanno speso non meno di 48 miliardi di euro in costi del personale nel 2021. È il 2, 1% in più rispetto all’anno precedente.

La spesa per lavoratori interinali e lavoratori autonomi è aumentata più rapidamente del resto dei costi salariali, vale a dire dell’8,3%. È pertanto aumentata anche la quota del costo totale del personale attribuibile ai dipendenti esterni. Soprattutto nella cura delle persone con disabilità. Nel 2021 il 9,3% della spesa totale del personale è stato destinato all’assunzione di lavoratori interinali e lavoratori autonomi senza dipendenti. Nel 2015 rappresentava ancora il 4,8% del totale.

Nell’assistenza domiciliare e nell’assistenza infermieristica e psichiatrica, anche l’incidenza delle assunzioni esterne sul totale della spesa per il personale è fortemente aumentata.

Secondo Statistics Netherlands, gli ospedali non hanno visto un aumento importante. Nel 2021 oltre il 5% del costo del personale è stato destinato ai lavoratori interinali e ai lavoratori autonomi senza dipendenti.

READ  I negozi chiudono prima o tutto il giorno per mancanza di personale | ADESSO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *