Dal lutto dopo l’MH17 alle scuse per le vacanze: questo è ciò che le persone portano via dai 10 anni di regno di Willem-Alexander

Dal lutto dopo l’MH17 alle scuse per le vacanze: questo è ciò che le persone portano via dai 10 anni di regno di Willem-Alexander

Il 30 aprile Guglielmo Alessandro sarà re dei Paesi Bassi esattamente per 10 anni. Abbiamo chiesto ai membri del gruppo di opinione cosa ricordano di più del suo regno.

I membri del panel potrebbero presentare essi stessi un momento memorabile degli ultimi 10 anni. I seguenti otto eventi vengono in mente alla maggior parte delle persone quando pensano al regno di Guglielmo Alessandro.

Vacanze “proibite”.

“Siamo coinvolti, ma non infallibili”. Con queste parole la coppia reale ha concluso il videomessaggio in cui esprimeva il proprio rammarico per la vacanza in Grecia ai tempi del corona virus. Questa vacanza fallita è la prima cosa che viene in mente a molti quando pensano al regno di Guglielmo Alessandro.

I reali sono tornati dal loro viaggio nel 2020, dopo che era scoppiato un clamore per gli olandesi a cui era stato detto di viaggiare il meno possibile. All’epoca la Grecia era ufficialmente una zona “gialla” sicura, ma molti trovano ancora giustificato il clamore: “Come poteva non sentire affatto che fosse particolarmente inappropriato in quel momento?”

Disastro MH17

Un altro momento che viene in mente a molti partecipanti è il ruolo del re dopo lo schianto del volo MH17 in Ucraina, che ha ucciso 193 olandesi. Il suo coinvolgimento nell’incidente aereo è, dopo le vacanze in Grecia, il ricordo più frequentemente evocato di 10 anni di regalità.

Subito dopo lo schianto dell’MH17, il re partecipò a un incontro privato con i parenti, ma è soprattutto l’immagine di Willem-Alexander e Máxima mentre arrivano gli aerei con i primi corpi delle vittime che è impressa nella memoria di molti. “Posiziona e tocca”, scrive qualcuno a riguardo.

READ  Pio e Amedeo contro il politicamente corretto: "Non sono le parole, ma le intenzioni"
Il re Guglielmo Alessandro e la regina Máxima all’arrivo del primo aereo che trasportava vittime dell’MH17 nel 2014

Discorso sulla diga

Ripensando al decimo compleanno di Willem-Alexander, molti pensano anche al discorso che ha tenuto il 4 maggio 2020 su una diga vuota ad Amsterdam. Nel Giorno della Memoria, a 75 anni dalla fine della Seconda Guerra Mondiale, il Capo dello Stato ha tenuto un discorso in cui ha sottolineato che il passato non va dimenticato.

Nel discorso ha anche parlato del ruolo della sua bisnonna Wilhelmina nella guerra. Le persone possono apprezzare il fatto che abbia menzionato che le persone si sentivano insufficientemente supportate e abbandonate dalla regina in quel momento. “Non sarebbe stato facile”, dice un relatore. “Rispetto per questo.”

Inaugurazione

Il giorno che sapevi sarebbe arrivato. Secondo la gente, l’inaugurazione del 30 aprile 2013 appartiene certamente alla lista dei momenti più memorabili dei 10 anni di regno di Willem-Alexander. Quel giorno, dopo 33 anni sul trono, Beatrice passa il testimone al figlio.

La penna, le giovani principesse Amalia, Alexia e Ariane e l’abito blu reale di Máxima: secondo i partecipanti, è stato un giorno speciale che è stato magnificamente catturato e “contribuisce alla coscienza storica del nostro Paese”.

Il più grande fan di Orange

Applausi, applausi e abbracci con gli atleti: in tanti trovano il re al meglio su una tribuna sportiva. E ci è stato spesso negli ultimi anni. Willem-Alexander era presente a vari campionati europei, coppe del mondo e giochi olimpici. Spesso con la moglie ea volte con le figlie al suo fianco.

READ  Carice van Houten ha scaricato il suo ex il giorno di Santo Stefano

A volte abbiamo criticato la sua esuberanza sugli spalti, ma a molti partecipanti piace. In questi momenti il ​​re è “spontaneo”, “entusiasta” e “sincero”: secondo la gente, è qui che sembra più se stesso.

La regina Máxima e il re Guglielmo Alessandro applaudono durante le Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 2016

Birra con Poutine

Un momento meno attraente, a detta di molti, è avvenuto anche in occasione di un evento sportivo. Molte persone ricordano la birra che Willem-Alexander e Máxima bevvero con il presidente russo Vladimir Putin durante le Olimpiadi invernali all’Holland Heineken.

Il momento, ormai 9 anni fa, era poco prima dell’annessione russa della Crimea. Allora non c’era la guerra in Ucraina “ma anche allora sapevamo già che Putin era cattivo”, dice qualcuno. Un fallimento della coppia reale, a detta di molti.

Motoscafo da 2 milioni

Agli occhi di alcuni anche un fallimento: l’acquisto di uno yacht di lusso nel 2020. Costo: 2 milioni di euro. Ci fu scalpore a causa del prezzo elevato del “motoscafo reale”. L’acquisto è stato effettuato anche durante il periodo corona, quando molte aziende erano in difficoltà finanziarie.

Tre anni dopo, le persone non hanno dimenticato il controverso acquisto. Secondo alcuni, l’acquisto della costosa barca è ancora il miglior esempio della distanza tra il re e la società.

“Willy e Massimo”

Infine, ripensando a 10 anni di regalità, alcuni non pensano a Willem-Alexander, ma a ‘Willy’, i film satirici di Lucky TV. Il direttore del programma Sander van de Pavert realizza cortometraggi da anni, in cui “Willy e Max” può essere visto regolarmente dal 2013.

Il sorriso di Max e i commenti di Willy come “Non sono un numero, vero?” assicurati che molte persone trovino i video molto divertenti. Un partecipante ammette: “So che non è reale, ma le avventure di Willy sono ciò che mi ha colpito di più”.

informazione

READ  Milo Infante, storia sull'Ore 14: "La situazione è complicata"

Informazioni sul sondaggio

Il sondaggio si è svolto dal 9 al 16 aprile 2023. Al sondaggio hanno preso parte 27.792 partecipanti del panel di opinione di EenVandaag. Nello studio, ai partecipanti è stato chiesto se potevano scrivere in un campo di testo aperto quali ricordi avevano quando pensavano a 10 anni di regalità. Queste risposte sono state poi analizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *