Paolo Del Debbio, Lilli Gruber e compagni in crisi d’udito? “Qual è il vero motivo”, una voce molto pesante – Libero Quotidiano

Maurizio Costanzo

Guardando, per motivi professionali, ogni giorno che ascolto programmi televisivi, mi chiedo: perché questa stanchezza del discorso politico? Forse sarà anche una stanchezza della politica, non ci sono dubbi. Ma è vero che, rispetto al passato, le interviste che erano un incontro essenziale, sono diventate un incontro e basta.

A proposito di appuntamenti, quello con Alberto Angela è sempre il benvenuto, perché ha una grande capacità di dirlo. Siamo ora mercoledì su Raiuno, alle 21:25, con la sua ammiraglia Ulisse – Il piacere della scoperta. La TV è anche storytelling, storytelling e non sono molti quelli che possono seguire questa strada, vorrei dire questa “disciplina”. Ho raccontato una storia: Iva Zanicchi ha 81 anni, Mara Maionchi 80, Piero Angela 92. A loro confronto Carlo Conti, con i suoi 60 anni, sembra un ragazzo. Non voglio dire che la televisione aiuti a invecchiare bene, ma è un dato di fatto, perché non so quante altre discipline portino ad essere 80 sani, fisicamente e mentalmente.

Riporto un libro postumo di Ndo cojo cojo di Gigi Proietti. Questi sono gli appunti, le poesie, le invettive, le battute di Gigi. Le ragazze li hanno raccolti e mi sembra che abbiano reso un bel omaggio al nonno. Ho letto che ci sono faide in un programma Raidue su chi continuerà a esserci e chi no. Non c’è bisogno di discutere. Dobbiamo tutti ringraziare il destino che ci permette ancora di passare davanti a una telecamera e quella telecamera si accende. La lotta non sta andando da nessuna parte, forse la telecamera non si accende.

READ  Rosalinda a Dayane: "Vorrei che ti fidi di me, sono qui" - Grande Fratello VIP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *