Dalla Toyota alla Tesla Model 3: l’anno elettrico di Luca

Toyota dlla alla Tesla
La Zoe di Elisabetta e Federico.

Da Toyota a Tesla, dall’ibrido all’elettrico. Luca, un altro lettore, condivide qui il racconto del suo primo anno (pochi mesi…) in elettrico. Prima di lui l’avevano fatto Elisabetta e Federico, proprietari di una Renault Zoe, e Paolo, che ha un ID Volkswagen. 4. Chi volesse condividere la propria esperienza può scrivere alla nostra email [email protected].

Da Toyota a Tesla: “Un periodo di transizione”

di Luca Grandinetti

“MHo deciso di passare all’elettrico quest’estate. Derivato da tre ibridi completi Toyota (gli ultimi due CH-R 1.8 e 2.0), ero fortemente indeciso se passare a un plug-in o su un’auto completamente elettrica. Alla fine ho optato per il secondo, con il contributi statali e regionali, ho optato per regina “Tesla”. e a settembre è arrivato il mio Modello 3 a lungo raggio. Ho avuto subito la sensazione di un periodo di transizione, anche se la mia CH-R era e rimane un’auto eccezionale, ma la differenza è davvero grande. L’auto elettrica è un’esperienza esaltante, cancella immediatamente le sensazioni provate fino al momento in cui la provi. La coppia immediata, prestazioni, guida fluida, comfort, silenziosità, praticità e facilità d’uso … La possibilità di programmazione e gestisci la tua auto da remotoo da un’applicazione, riscaldare l’abitacolo, avviare la ricarica, aprire le portiere e i cofani. Cose impensabili con qualsiasi macchina termica.

da Toyota a Tesla
Il display della Tesla Model 3 diLuca, con i dati di consumo.

da Toyota a Tesla“Dopo 7.000 km, l’ansia di ricarica è sparita”

l’ho fatto finora più di 7mila km e tre viaggi in autostrada per almeno 500 km e devo dire che l’ansia da ricarica è diventata presto un ricordo. Una sola carica per 500 km in un tempo insufficiente per finire di mangiare un boccone e andare in bagno.
Quello che passa per un ostacolo insormontabile è in definitiva Una breve pausa piacevole e inevitabile… direi. ZTL libera, assicurazione low cost, no bollo, no tagliandi e, pochi giorni fa, la “sentinella” in diretta sull’applicazione per smartphone. Tutto rende questa nuova scoperta davvero nuova e fantastica. Mi chiedo come tutto questo possa ancora lasciare qualcuno scettico e dubbioso sulla nuova tecnologia. Sono sicuro che qualcuno lo proverà quando non tornerà mai più.

da Toyota a Tesla

da toyota a tesla– Vuoi far parte della nostra community e rimanere sempre informato? Registrati gratuitamente su bollettino e canale Youtube

READ  Ci sono due monete in euro contraffatte. Ecco come riconoscerli subito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *