Dieta Plank: dieta che promette di perdere 9 kg in 15 giorni. – AssoCareNews.it

Oggi vi presentiamo la dieta Plank, una dieta che promette di perdere 9 kg in circa due settimane.

AssoCareNews.it ha già proposto in passato altri regimi per dimagrire e ritrovare un equilibrio fisico e mentale soprattutto dopo ore di lavoro stressanti trascorse in ospedale, in case di riposo e sul territorio.

Oggi parliamo del cosiddetto Consiglio di Dieta, una dieta che fa una promessa molto importante: ti aiuta a perdere fino a 9 kg in circa due settimane.

Vantaggi e svantaggi della dieta plank.

Cos’è questo?

Si tratta di una dieta seguita da molte persone, soprattutto negli Stati Uniti, che promette di perdere 9 kg in 2 settimane, a patto di seguire alla lettera il menù proposto, composto da soli 3 pasti al giorno (quindi niente spuntini). per sollevare il morale!).

La caratteristica del Consiglio di Dieta deve essere strutturato in modo estremamente rigido, con un menù settimanale che va ripetuto per 2 settimane e prevede una dieta iperproteica e ipocalorica, ricca di carne, pesce e uova oltre ad altri alimenti, sempre a base di proteine.

Al termine delle 2 settimane non è prevista la fase di mantenimento: al contrario, è garantito che, durante i 3 anni, il peso perso non verrà recuperato.

Chi lo ha inventato?

Lasciamo che i nostri colleghi ci aiutino Mela rossa. Le origini di Consiglio di Dieta sono sconosciuti: nessuno è riuscito a risalire al vero “inventore”.

Sembra che abbia preso il nome da Max Planck, Fisico tedesco che ha inventato la “teoria quantistica”, ma ovviamente non c’è alcun rapporto di alcun tipo tra il corpo e il cibo.

L’azienda Max Planck, infatti, ci tiene a precisare che non esiste alcun legame tra la dieta Plank e il lavoro dell’omonimo scienziato.

READ  SPIRITO FREDDO - Chiesa benvenuta alla Juve! McKennie è sinonimo di affidabilità. Kulusevski cosa ti è successo?

Quali alimenti sono ammessi e quali cibi sono vietati?

Caratteristiche principali.

In questa dieta, sono vietati:

  • zucchero;
  • alcol;
  • bevande analcoliche (compresa l’acqua).

Al contrario, la caffeina è usata eccessivamente.

È per evidenziare che:

  • nessun cibo può essere sostituito da un altro;
  • i grassi vegetali sono inesistenti, mentre i grassi animali (carne e pesce) sono estremamente abbondanti.

Non si fa riferimento alle porzioni e al peso del cibo. Inoltre, non esiste un programma di attività fisica motoria da associare alla dieta. Infatti, vista la forte restrizione calorica, è sconsigliata l’attività fisica intensa.

Il metodo funziona?

Questa dieta mira a modificare il metabolismo bruciando il grasso in eccesso favorendo così la perdita di peso.

In altre parole, questa dieta costringe il corpo ad attivare il metabolismo delle proteine ​​solo per consumare energia e indurre una rapida perdita di peso.

È quindi vero che i chili scendono, come promesso, ma questa dieta può mettere a dura prova fegato e reni.

Terminata la dieta, che non prevede alcuna fase di mantenimento, il metabolismo rallenta e potrebbe non essere più in grado di bruciare le calorie necessarie, provocando l’effetto opposto a quello promesso: un rapido recupero dei chili persi con l’effetto yo. classico. -yo.

Lui menu.

La particolarità di questa dieta è che è ricca di proteine: le quantità di carne, pesce e uova inserite nel menù sono significative. Tuttavia, questi alimenti, oltre ad essere ricchi di proteine, sono anche ricchi di colesterolo, che a dosi elevate può causare problemi cardiovascolari.

Nella dieta Plank le indicazioni sono di bere acqua frequentemente e il più possibile (anche più di 2 litri al giorno) per contrastare l’eccesso di proteine ​​(un piccolo tentativo di mantenere sani i nostri reni!).

READ  “Molti italiani non ci saranno più. Non per viaggiare come in estate. Sciare? Per il momento non ci sono condizioni "

L’acqua pulita è essenziale.

È fondamentale bere 2 litri di acqua al giorno ed evitare bevande alcoliche e gassate ed eventuali zuccheri aggiunti.

La dieta ha le sue controindicazioni.

La prima osservazione, peraltro già fatta, è che si tratta di una dieta iperproteica, che apporta una quantità di proteine ​​notevolmente superiore a quelle consigliate e assicurata da una dieta sana, corretta ed equilibrata.

Inoltre, come previsto, potrebbe causare:

  • ipoglicemia;
  • chetoacidosi;
  • disidratazione;
  • carenza nutrizionale di molti minerali e vitamine e fibre alimentari.

Inoltre, tutti questi elementi possono essere all’origine di:

  • crampi;
  • debolezza;
  • astenia;
  • disordine del sonno.

Chi può aderire alla Dieta Plank.

È così ricco di ingredienti animali che potrebbe aumentare i livelli di colesterolo nel sangue, un importante fattore di rischio per lo sviluppo dell’arteriosclerosi.

Dovrebbero evitare questo metodo:

  • soggetti diabetici;
  • soggetti con nefropatia o malattia del fegato;
  • soggetti iperuricemici (o gottosi);
  • donne incinte.

Nessun piano di manutenzione.

Inoltre, va ricordato che dopo 2 settimane la dieta non prevede alcuna fase di mantenimento.

L’unico avvertimento è continuare a evitare alcol e zuccheri e limitare i carboidrati.

Per maggiori informazioni: LINK.

Leggi anche:

Dieta: guida per perdere peso e una buona alimentazione.

Alimentazione senza glutine: quali disturbi provoca a chi non è celiaco.

Dieta Dukan: veloce ed efficace per dimagrire. Ma la medicina non lo consiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *