Dubai estrada in Italia il signore della droga Raffaele Imperiale

Dubai estrada in Italia il signore della droga Raffaele Imperiale

Raffaele Imperiale ammanettato sul divano della sua villa a Dubai, immagine tratta da un video della polizia relativo al suo arresto.  Statua

Raffaele Imperiale ammanettato sul divano della sua villa a Dubai, immagine tratta da un video della polizia relativo al suo arresto.

Lo riporta l’Ansa sulla base di informazioni provenienti dal sistema giudiziario italiano.

Imperiale è stato arrestato ad agosto in una villa di Dubai, dove ha condotto una vita lussuosa. Il 47enne italiano è passato in vent’anni da anonimo proprietario di un bar di Amsterdam a protagonista del commercio internazionale di cocaina. Secondo il sistema giudiziario olandese, l’italiano ha lavorato con noti criminali olandesi, tra cui Ridouan Taghi e Rico ‘De Chileen’ R.

Nel 2017 Imperiale è stato condannato in Italia a 18 anni di reclusione per traffico di droga e riciclaggio di denaro. In cambio di una riduzione della pena, confessa e offre immobili, auto sportive e i due Van Gogh rubati ad Amsterdam, che gli saranno restituiti quell’anno. Imperiale era a Dubai da molto tempo al momento della sentenza. Non è chiaro il motivo per cui non è stato estradato immediatamente in Italia dopo il suo arresto nel 2021.

I Paesi Bassi ufficialmente non hanno nulla a che fare con l’arresto di agosto, ma dietro le quinte delle autorità investigative olandesi la notizia è stata ascoltata con approvazione.

Il podcast di Taghi

Vuoi saperne di più sulla rete criminale attorno a Ridouan Taghi? Ascolta il podcast di Taghi qui sotto.

READ  Seconda demo disponibile in tre formati, precarica ora su PS5 / 4 - Multiplayer.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *